Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Va in pensione il maggiore della polizia locale Matteo Silvestris, i tanti ricordi di una vita in servizio [FOTO]

Fine del servizio per il maggiore Silvestris, l'ultimo giorno di lavoro è stato ieri, sabato 15 maggio

Il maggiore Matteo Silvestris della polizia locale di Pescara va in pensione.
Ieri, sabato 15 maggio, il suo ultimo giorno di servizio dopo una vita passata sia tra le strade della città che in ufficio.

Silvestris prese servizio nel lontano 1 marzo 1981, quando ad amministrare Pescara era il sindaco Casalini e piazza Salotto non era né una piazza né un salotto, ma semplicemente lo slargo di una via di transito: Corso Umberto I, la passerella del pescarese, da percorrere decine di volte con l'auto per cercare il parcheggio e per essere notati dalle centinaia di persone che imperterrite completavano l'ennesima "vasca" il sabato o la domenica pomeriggio. Era il sano passatempo di allora. 

«Quanti eventi si sono succeduti in questi decenni e quante trasformazioni hanno interessato la città che, in quei tempi, subiva il traffico pesante», ricorda Silvestris, «non obbligato a transitare in autostrada e percorreva la strada statale 16, che solcava il cuore della città per tutta la sua lunghezza, provocando caos e inquinamento insostenibili e i "vigili urbani", armati di fischietto, paletta e tanto spirito di abnegazione, cercavano di disciplinarlo al meglio. Poi, nel 1983, la nostra liberazione: la circonvallazione e il divieto di transito in città dei mezzi pesanti. La svolta per il traffico, nella zona centrale della città, è stata la dismissione della vecchia stazione ferroviaria e l'inaugurazione dell'attuale, nel gennaio del 1988, lasciando l'area di risulta al servizio della sosta veicolare in pieno centro».   

Poi Silvestris cerca nei cassettini della memoria di una vita passata in servizio: «Tra gli eventi che hanno avuto maggiore eco, e che restano ricordi indelebili, posso annoverare, senza esitazione, il più grande avvenimento di sempre tenutosi a Pescara, l'invasione pacifica di oltre 300 mila alpini accorsi in città per partecipare al 62° raduno nazionale nel maggio del 1989. Tre giorni e tre notti di festa e allegria che la città non ha subìto, ma condiviso con gli ospiti accampati ogni dove. E che dire degli oltre 100 mila accorsi per assistere al concerto tenuto dall'ex leader dei Police, la rockstar Sting, nell'area di risulta della stazione, nel maggio del 1996. Due eventi unici e irripetibili che si sono svolti in un clima di festa e senza incidenti. Altri tempi! Tra gli eventi sportivi, non posso dimenticare le ripetute partecipazioni in serie "A" del Pescara con lo stadio Adriatico stracolmo oltre ogni limite per assistere alle prodezze di un mito del calcio: Diego Armando Maradona e tra le file del Pescara vi era il grande e indimenticabile Leo Junior. Poi, ricordo gli eventi del nuovo millennio: i Giochi del Mediterraneo del 2009 e quelli del 2015; come non ricordare "Ironman", tenutasi per diversi anni a Pescara, e noi sempre in prima linea. Insomma, la lista potrebbe allungarsi a dismisura».

Nel corso della carriera di Silvestris sono stati 11 i sindaci che si sono succeduti e 19 i prefetti: «Lascio questa famiglia con la consapevolezza di aver sempre agito con correttezza e lealtà nei confronti di tutti i colleghi e amministratori, di aver cercato di svolgere con onestà, dedizione e abnegazione ogni mio servizio per il bene questa comunità che tanto mi ha dato e a cui molto ho dedicato. Ad maiora semper! Il motto che mi ha accompagnato in questi anni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in pensione il maggiore della polizia locale Matteo Silvestris, i tanti ricordi di una vita in servizio [FOTO]

IlPescara è in caricamento