Matteo Coviello è il nuovo presidente della protezione civile di Silvi, ecco il direttivo

Il 25enne Coviello subentra alla guida dell’organizzazione in un periodo complicato, ancora caratterizzato dalle attività di assistenza alla popolazione piegata dall’emergenza Covid-19

Matteo Coviello è il nuovo presidente della protezione civile di Silvi.
Il 25enne Coviello subentra alla guida dell’organizzazione in un periodo complicato, ancora caratterizzato dalle attività di assistenza alla popolazione piegata dall’emergenza Covid-19.

Del direttivo fanno parte Donatello Schieda, Romano Fanì, Alberto Caggiano e Vincenzo Caruso

Coviello (guardia giurata di professione), dopo aver esordito a 16 anni come volontario della protezione civile di Montesilvano (distinguendosi in particolare nel 2013, quando ha salvato una donna disabile nel corso di un’alluvione), si è poi trasferito nel 2015 alla protezione civile di Silvi dapprima come semplice volontario, poi come responsabile della segreteria, degli automezzi e dei servizi, nei giorni scorsi è stato votato dai sui colleghi come nuovo responsabile dell’ente.

«Certo di metterci il massimo impegno e passione come fatto sinora», dice il neo presidente, «credo di riuscire a ricoprire tranquillamente questo nuovo ruolo con l'intento sicuramente di fare ma soprattutto di fare bene, e sicuramente grazie al consiglio direttivo che ho al mio fianco e a tutti gli associati, questa associazione potrà andare avanti perché con gli anni ho constatato che nel volontariato il "tutti utili e nessuno indispensabile" non vale, perché siamo tutti utili e tutti indispensabili in quanto il presidente da solo non è nessuno e non può fare nulla se non c'è l'unione del gruppo, quindi ci rimboccheremo subito le maniche mettendoci a lavoro, con la promessa da parte mia rivolta a tutti gli associati che i meriti che arriveranno a questa associazione non saranno miei ma solo ed esclusivamente del corpo volontari protezione civile Silvi».

«Formulo a nome di tutta la città», afferma il sindaco Andrea Scordella, «l’augurio di riuscire a interpretare con successo l’importante ruolo gestionale della Protezione civile locale che soprattutto in questo momento che vi vede impegnati nell'affrontare l'emergenza sanitaria epidemiologica del Covid-19, in riferimento all'attuale emergenza. In frangenti delicati come quelli di questi giorni è necessario mantenere la calma, prendere piena coscienza di quanto sta accadendo e assumere un atteggiamento adeguatamente responsabile nel comportamento individuale e con gli altri. Sono certo che tutti i concittadini dimostreranno, come in altre circostanze, la capacità di porsi di fronte a questo problema senza isterismi e consapevoli che solo con il giusto comportamento di ciascuno di noi possiamo affrontare e superare la grave emergenza. Nell’amministrazione comunale il presidente Coviello e suo consiglio direttivo, troverà la piena disponibilità a collaborare per far sì che la nostra città abbia la giusta assistenza durante le situazioni emergenziali che si presenteranno e soprattutto in questo periodo difficilissimo per tutti anche per noi soccorritori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento