rotate-mobile
Sabato, 30 Settembre 2023
Attualità Centro / Corso Vittorio Emanuele II

Nuovo sopralluogo di Masci su corso Vittorio Emanuele II: "Progetto rivoluzionario, faccio cose innovative da trent'annI" [VIDEO]

Il sindaco ha incontrato alcuni dei commercianti che affacciano sulla via principale della città e si è detto contento del dibattito che il nuovo asfalto rosso ha suscitato, ma anche di essere stupito da chi si meraviglia delle sue scelte che sono sempre state all'insegna dell'innovazione: "Un nuovo corso per un nuovo per una città nuova"

Un giro tra i commercianti e un nuovo video per difendere ancora una volta i lavori in corso su corso Vittorio Emanuele II in parte conclusi. Il sindaco Carlo Masci è tornato sulla via principale della città che ha scatenato un vero e proprio dibattito tra accusatori e difensori per la scelta di fare l'asfalto rosso.

Se del dibattito il sindaco si dice contento sottolineando che i commercianti con cui ha parlato gli avrebbero espresso soddisfazione non solo per la scelta, ma anche per i tempi con cui i lavori stanno procedendo dato che il primo tratto è stato completato, il nuovo sopralluogo diventa per lui anche l'occasione per sottolineare che l'intervento “sarà rivoluzionario” ed è solo uno dei tanti progetti innovativi, afferma, che ha promosso in trent'anni.

“Sono tornato su corso Vittorio Emanuele perché il colore dell'asfalto sta alimentando il dibattito in città e sono contento che ci sia questo confronto – esordisce Masci -. Mi meraviglio che qualcuno si meravigli che io faccia cose innovative, lo faccio da trent'anni”, afferma ricordando le scuole colorate, le isole pedonali, lo Stadio del mare realizzato con il palco sulla spiaggia, la demolizione in corso del Ferro di Cavallo, la prossima nascita del museo archeologico Rampigna e la Bandiera blu. “Tutte cose – aggiunge – che proiettano o hanno proiettato Pescara in una nuova dimensione”.

“Anche questo intervento sarà un intervento rivoluzionario perché fa parte di un intervento molto più ampio: undici chilometri di piste ciclabili o ciclovie”, torna a dire ricordando il progetto complessivo che coinvolge anche il corso. Una strada quella centrale che “era totalmente distrutto e che ora è tornata ad essere il corso della città con questo colore che ravviverà lo spazio. Abbiamo sostituito le piante con altre nuove e sicuramente più belle che cresceranno e daranno una dimensione verde al nostro corso. Siamo a due passi dalla zona pedonale: non poteva esserci un asfalto nero, banale”, dice ancora il sindaco.

“Andiamo verso una città nuova fresca, effervescente, europea”, dice ancora citando ancora una volta le colorate strade di altri Paesi di cui ha parlato qualche giorno fa attirandosi anche in questo caso, non poche critiche.

“Questa non è un strada normale: è un ciclovia dove le biciclette e le macchine possono viaggiare insieme, ma in un percorso segnato, caratterizzato e identitario previsto dal codice della strada. Abbiamo usato fondi pnrr avendo cos la possibilità restituire così dignità a corso Vittorio Emanuele e in più gli abbiamo dato una caratterizzazione nuova che sono certo porterà benefici. Sto girando e contattando gli operatori che sono su questa strada e devo dire che sto trovando grandi consensi – conclude -, sia perché i lavori sono stati fatti in tempi brevissimi sia perché questa novità porterà molto giovamento ai cittadini, ai commercianti e alla città intera”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sopralluogo di Masci su corso Vittorio Emanuele II: "Progetto rivoluzionario, faccio cose innovative da trent'annI" [VIDEO]

IlPescara è in caricamento