Attualità

Carabinieri, il colonnello Riscaldati lascia il Comando Provinciale di Pescara

Riscaldati assumerà l'incarico di Comandante del Reparto Corsi nella Scuola Ufficiali carabinieri di Roma

Il colonnello Marco Riscaldati, dopo circa tre anni, lascia il Comando Provinciale di Pescara dell'Arma dei carabinieri.
Riscaldati assumerà l'incarico di Comandante del Reparto Corsi nella Scuola Ufficiali carabinieri di Roma.

Il colonnello dell'Arma arrivò nella nostra città a metà dicembre del 2016 e affrontò subito il suo primo e durissimo impegno con l’emergenza neve e, dopo nemmeno un mese dal suo arrivo, con la tragedia di Rigopiano. Partito la sera di quel 18 gennaio 2017 assieme ad una squadra di una dozzina di carabinieri, fu tra i primi ad arrivare sul luogo della sciagura unitamente alla prima colonna dei soccorsi.

Queste le parole di commiato di Riscaldati nel lasciare il capoluogo adriatico:

«Lascio Pescara dopo un intenso e duro lavoro, consapevole di aver svolto il mio incarico in modo pieno e totalizzante, con grande caparbietà; ho visto crescere nel tempo i risultati dei reparti dipendenti e, per questo motivo, ringrazio tutti i miei collaboratori, gli Ufficiali, i Comandanti di Stazione e di Reparto, i militari di ogni grado; tutti mi hanno affiancato nella mia opera di guida e coordinamento, ognuno mi ha ascoltato con attenzione in questo periodo di comando. Un ringraziamento particolare va al Prefetto, Gerardina Basilicata, e a tutta la Prefettura che ha sempre sostenuto l’azione dell’Arma in città e nella provincia, riscontrando ogni tipo di esigenza con prontezza, dovizia e assoluta disponibilità; un affettuoso saluto a Franco Misiti, Questore di Pescara, con cui ho condiviso in amicizia e piena sintonia ogni problematica di ordine pubblico ed ogni criticità di sicurezza pubblica; e poi al Colonnello Grisorio, Comandante provinciale della Guardia di Finanza, al Direttore Marittimo Donato De Carolis e al Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Vincenzo Palano; con tutti loro ho potuto lavorare in assoluta sinergia e collaborazione anche nei settori di loro specifica competenza; il mio ringraziamento va poi all’Autorità Giudiziaria, al Procuratore Massimilano Serpi che ha mostrato sempre attenzione e ascolto alle istanze dell’Arma, in completa comunione d’intenti, impartendo direttive puntuali ed efficaci; oltre a lui ringrazio sentitamente la Dott.ssa Mantini – Procuratore Aggiunto - e tutti i Sostituti Procuratori. Un cordiale saluto rivolgo al Presidente del Tribunale Mariano Bozza che ha in ogni momento riservato disponibilità e cortesia verso la mia persona e, quindi, verso l’Arma. A tutti i responsabili di enti, strutture, organismi e associazioni con cui ho intrattenuto diffusamente rapporti istituzionali realizzando utilissime forme di collaborazione rendo il mio saluto più caloroso ringraziando loro per la considerazione, la vicinanza e la disponibilità che hanno manifestato verso l’Arma. Il mio pensiero commosso va infine a Gianluca Di Niro, amico indimenticato e bravo collega, a cui sono succeduto nel comando in circostanze che non avrei mai voluto che si verificassero. Oggi, al mio posto, a rivolgere il commiato alla città e alla provincia, ci sarebbe dovuto essere lui».  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri, il colonnello Riscaldati lascia il Comando Provinciale di Pescara

IlPescara è in caricamento