Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Arriva il maltempo, rimossi i biglietti per Christopher dal parco Baden Powell ma il Comune rassicura: "Saranno conservati"

L'assessore al Verde Gianni Santilli comunica l'intervento deciso e portato avanti in accordo con Ambiente per evitare che il forte vento e le piogge previste dall'allerta meteo emessa dalla protezione civile, possano cancellare quei ricordi con cui la città ha espresso tutto il suo affetto verso il 16enne ucciso nell'area pubblica

Scatta l'allerta meteo e per evitare che vadano distrutti il Comune ha deciso di rimuovere dalla recinzione del parco Baden Powell tutti i messaggi lasciati per Christopher Thomas Luciano, il 16enne ucciso la sera di domenica 23 giugno nell'area pubblica di via Raffaello e per il cui omicidio sono indagati due coetanei. Tutti quei pensieri e quei ricordi però, precisa l'assessore al Verde e i parchi Gianni Santilli, saranno conservati.

“Il Comune di Pescara, insieme alla società Ambiente, che si occupa della pulizia della città, è intervenuta oggi pomeriggio (lunedì primo luglio) all'esterno del parco Baden Powell di via Raffaello Sanzio. Oltre il confine di questo parco pubblico, in un'area di Rfi, il 23 giugno ha perso la vita un 16enne, per mano di altri giovani, e da quel momento la recinzione dell'area verde del Comune è diventata meta di tante persone che hanno voluto lasciare un mazzo di fiori, un ricordino, uno striscione, un lumino o un biglietto in memoria di Christopher Thomas Luciani”, ricorda lo stesso Santilli.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

“Tenendo conto dell'allerta meteo per la giornata domani (previste piogge, anche consistenti), si è deciso di rimuovere i lumini di cera ormai consumati e i biglietti, che potrebbero essere rovinati, distrutti o spazzati via dall'ondata di maltempo che interesserà la città. Il resto è stato sistemato, nel tentativo di mettere in sicurezza i mazzi di fiori”, precisa l'assessore comunale.

“Sarà cura del Comune conservare gli oltre 60 biglietti e cartelli indirizzati a Christopher, in segno di rispetto per chi ha voluto lasciare una testimonianza pubblica dello sgomento e del dolore che accomunano tutti”, precisa quindi Santilli ricordando che “nei giorni scorsi il Comune ha chiuso temporaneamente il parco Baden Powell, in considerazione del via vai continuo scaturito dall'omicidio, una sorta di turismo dell'orrore, magari finalizzato a scattare foto e pubblicarle sui social, che l'amministrazione ha voluto bloccare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il maltempo, rimossi i biglietti per Christopher dal parco Baden Powell ma il Comune rassicura: "Saranno conservati"
IlPescara è in caricamento