Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Anche Cremonese e Francioni fanno il tifo per Curreri: "Forza, Gaetano"

L'assessore ha pure pubblicato una foto scattata di recente insieme al cantante, che alcuni anni fa finì in ospedale anche a Pescara dopo essere inciampato in un altoparlante-spia alla fine di un live al teatro Massimo

Alfredo Cremonese con Gaetano Curreri, leader degli Stadio

Anche l'assessore comunale al turismo Alfredo Cremonese e il produttore teatrale Stefano Francioni fanno il tifo per il leader degli Stadio, Gaetano Curreri, che è stato ricoverato in terapia intensiva cardiologica all'ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno dopo essere stato colto da un malore la scorsa notte mentre stava concedendo l'ultimo bis del concerto a San Benedetto del Tronto nell'ambito della rassegna "Nel cuore e nell'anima. Ritratti d'autore in musica e parole".

Curreri si è improvvisamente accasciato sul palcoscenico dove si è esibito insieme al Solis String Quartet con "Canzoni da camera". I primi soccorsi gli sono stati portati da un medico che stava assistendo allo spettacolo, poi l'artista è stato trasferito con urgenza in ambulanza al nosocomio ascolano. I medici si sono riservati la prognosi.

Sia Cremonese che Francioni hanno scritto su Facebook: "Forza, Gaetano". L'assessore ha pure pubblicato una foto scattata di recente insieme al cantante, che alcuni anni fa finì in ospedale anche a Pescara dopo essere inciampato in un altoparlante-spia alla fine di un live al teatro Massimo. In quel caso, però, tutto si risolse senza gravi conseguenze. In nottata è apparso questo post sulla pagina Facebook degli Stadio:

"Come sapete, Gaetano ha avuto un malore, in questo momento è in terapia intensiva ed è stabile. Domani appena avremo notizie più precise vi terremo informati su questa pagina. Grazie a tutti per l’affetto".

Nelle ultime ore la band ha poi pubblicato un nuovo post per rassicurare i fans: "Siamo veramente felici di comunicarvi che Gaetano ha superato brillantemente l’infarto e adesso sta bene. L’abbiamo sentito via telefono e ringrazia tutti per l’affetto e le belle parole spese per lui. Ci uniamo anche noi ai suoi ringraziamenti che condividiamo pienamente, in queste ore difficili il vostro supporto ci ha aiutato tanto, vi teniamo aggiornati. Grazie ancora".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Cremonese e Francioni fanno il tifo per Curreri: "Forza, Gaetano"

IlPescara è in caricamento