rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità Loreto aprutino

Loreto, "caporalato" al CAS dei migranti? Scoppia la polemica

A denunciare l'accaduto il capogruppo alla Regione di Forza Italia Sospiri assieme al consigliere comunale Delle Monache. "Pulmini che caricano i migranti all'alba portandoli a lavorare"

Un chiarimento urgente sulla gestione del Cas di Loreto Aprutino nell'agriturismo Tenuta Borgo Cancelli dove non solo esiste un problema di sovrannumero di migranti già segnalato nel 2017 alla Procura, ma a quanto pare in base alle testimonianze dei residenti, ogni mattina pulmini caricano all'alba migranti destinati probabilmente a lavori nei campi.

A denunciare l'accaduto il capogruppo alla Regione di Forza Italia Sospiri ed il consigliere comunale di Loreto Aprutino Delle Monache, che chiedono spiegazionei alla Prefettura ed alla magistratura. Nell'agosto 2017 scoppiò il caso dei migranti ospitati in quella struttura, in numero nettamente superiore rispetto a quanto previsto dai posti letto disponibili e sul posto fu condotto un sopralluogo dal sindaco di Pianella (la struttura è a 100 metri dal confine fra le due cittadine) e dai vigili urbani scoprendo una settantina di migranti che vivevano in condizioni inaccettabili.

Nel frattempo la Prefettura ha emanato un nuovo bando per l’accoglienza al quale sembra che la cooperativa che gestisce la Tenuta di Loreto Aprutino non abbia ricandidato la struttura quale centro di accoglienza. Tuttavia l’esito del bando è stato impugnato con alcuni ricorsi al Tar che hanno congelato la procedura almeno sino al prossimo 9 novembre, quando, appunto è attesa la sentenza del Tribunale amministrativo. I ricorsi hanno però imposto alla Prefettura di concedere una proroga ai CAS attualmente in attività, compreso quello di Loreto Aprutino, che dunque continuerebbe a operare nelle stesse condizioni riscontrate oltre un anno fa

Ora invece i residenti hanno rivelato che ogni mattina nella tenuta arrivano macchine e pulmini che caricano i profughi a lavorare per riportarli la sera, e per questo Sospiri e Delle Monache chiedono se qualcuno abbia autorizzato questo impiego, a quali condizioni considerando che si tratta di richiedenti asilo.

"Personalmente solleviamo più di un dubbio di legittimità sulla vicenda che, francamente, ci riporta la mente a una sorta di ‘caporalato’ di nuova generazione e, in qualità di pubblici amministratori, ci impone di chiedere chiarimenti che, ovviamente, rivolgiamoalla Prefettura in primis e, subito dopo, alla Procura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loreto, "caporalato" al CAS dei migranti? Scoppia la polemica

IlPescara è in caricamento