menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altre due tartarughe, Zita e Antonietta, verranno rilasciate in mare a Pescara

In acqua, al largo del capoluogo adriatico, verranno rilasciate Antonietta e Zita, due tartarughe marine, grazie alla collaborazione tra Arta Abruzzo, Centro Studi Cetacei (Csc) e Direzione Marittima di Pescara

Altre due tartarughe verranno liberate in mare domani, giovedì 5 giugno, a Pescara in occasione della giornata mondiale dell'Ambiente
In acqua, al largo del capoluogo adriatico, verranno rilasciate Antonietta e Zita, due tartarughe marine, grazie alla collaborazione tra Arta Abruzzo, Centro Studi Cetacei (Csc) e Direzione Marittima di Pescara.

Zita, che pesa circa 25 chili ed è lunga 78 centimetri, deve il suo nome al motopeschereccio Nuova Zita di Mariolino Camplone che l'ha salvata a Francavilla al mare il 4 dicembre 2018 e l'ha consegnata al personale del Centro di recupero e riabilitazione tartarughe marine Luigi Cagnolaro di Pescara, gestito dal Csc.
Antonietta è una piccola Caretta caretta che pesa poco meno di 6 chili ed è lunga 46 centimetri. Recuperata 8 miglia al largo di Pescara dal motopeschereccio Antonietta di Franco Orsini, da cui ha preso il nome, è stata curata dai veterinari e biologi volontari del Centro Cagnolaro e si è lentamente ripresa dall'ipotermia, condizione a cui questi animali possono andare incontro nei mesi invernali, soprattutto se piccoli e debilitati.

L'appuntamento per incontrare Zita e Antonietta prima che tornino in mare è alle ore 15:30 al porto turistico di Pescara. Ad accompagnarle e liberarle a tre miglia dalla costa sarà la motonave Ermione dell'Agenzia regionale per la tutela dell'ambiente, con a bordo il personale del Csc coordinato dal presidente Vincenzo Olivieri.

tartaruga antonietta-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento