Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Liberati del gruppo "No green pass" Abruzzo sulle proteste: "No alla violenza"

Il componente del gruppo permanente di lavoro che organizza i sit in 'No Green pass' in Abruzzo ha fatto sapere che non sarano tollerate proteste violente e criminali

No alle violenze e atti criminali per protestare contro i green pass. A dirlo Nico Liberati, componente del gruppo permanente di lavoro che organizza i sit in 'No Green pass' in Abruzzo che, riferisce Ansa, interviene in merito agli episodi di violenza ed aggressioni registrati nelle ultime ore da parte di alcuni cittadini contrari alla carta verde per il  Covid:

"Esprimiamo con fermo convincimento la nostra contrarietà ad ogni tentativo di criminalizzare la protesta, e ci opponiamo con maggiore decisione e con la stessa fermezza a chiunque proponga atti di pretesa resistenza trasformandola in atti irresponsabili. Lottiamo per la libertà, contro il linguaggio violento, da qualunque parte provenga, chiunque inciti all'occupazione di obiettivi strategici come stazioni ferroviarie, aeroporti o porti, compie un atto irresponsabile e pericoloso. La nostra censura è completa. Non aderiremo a nessuna di queste proposte".

Il gruppo, spiega Liberati, vuole distinguersi anche nei modi e toni di chi dice no a tutti i costi. La richiesta è di eliminare il green pass salvaguardando i minorenni dalle vaccinazioni, aprendo al confronto senza ideologie preconcette:

"Organizziamo manifestazioni pacifiche, ordinate, rispettose, distinte e non appartenenti né alla schiera dei negazionisti, né a quella dei rivoluzionari"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberati del gruppo "No green pass" Abruzzo sulle proteste: "No alla violenza"

IlPescara è in caricamento