rotate-mobile
Attualità

Slitta all'estate la fine dei lavori di riqualificazione e adeguamento sismico della scuola media Michetti

A farlo sapere è il presidente della commissione Edilizia Scolastica del Comune di Pescara, Fabrizio Rapposelli, al termine della seduta sul cantiere per la riqualificazione del plesso

Slitta all’estate 2022 il termine ultimo per la conclusione dei lavori di riqualificazione e adeguamento sismico della scuola media Michetti di Pescara.
È quanto emerso, come fa sapere il presidente Fabrizio Rapposelli, dalla seduta della commissione Pubblica Istruzione ed Edilizia Scolastica alla quale ha partecipato Veschi, il responsabile del cantiere.

Il cantiere, aperto lo scorso giugno, purtroppo ha registrato un ritardo iniziale a causa di criticità dell’impresa che si è aggiudicata l’appalto e che, a fronte del rischio di una rescissione in danno del contratto, ha finalmente avviato le opere previste sulle quali oggi l’amministrazione comunale sta tenendo accesi tutti i riflettori.

«La certezza che oggi abbiamo però chiesto agli uffici tecnici comunali è quella di restituire la scuola pronta e arredata per settembre 2022, ovvero per l’inizio del prossimo anno scolastico, una certezza fondamentale per le famiglie che si preparano alle iscrizioni dei propri bambini e devono poter contare sulla disponibilità della sede storica», dice Rapposelli.

Che poi aggiunge: «Purtroppo il cantiere per la ristrutturazione e l’adeguamento sismico della scuola media Michetti di via del Circuito ha avuto delle problematiche. Come ha riferito l’ingegner Veschi, la ditta laziale che si è aggiudicata l’intervento ha registrato una serie di difficoltà prima relativamente all’approvvigionamento dei materiali di cantiere, poi per il rincaro dei prezzi delle stesse materie prime, così vanificando la previsione iniziale di fine lavori prevista per febbraio 2022, ovvero tra meno di un mese. Il 23 dicembre scorso era prevista la verifica sullo stato di avanzamento del cantiere e, dopo una serie di rilievi, l’Ufficio tecnico del Comune ha paventato la possibilità di procedere con la risoluzione del contratto, una eventualità che ha spinto l’impresa ad avviare formalmente le opere, montando il ponteggio, dove attualmente sono impegnati circa una decina di operai e dove già è stata eseguita l’armatura e addirittura l’impresa sta già effettuando il getto del calcestruzzo per il rinforzo sismico dei pilastri e della struttura. Una volta terminata tale fase di opere, si passerà sugli altri lati del fabbricato e agli altri dettagli del cantiere, che, tra l’altro, prevedono anche la sostituzione degli infissi e la ricostruzione degli impianti, per un importo complessivo pari a 750mila euro. Ovviamente ci troviamo in una fase molto delicata perché la scuola è nel periodo delle preiscrizioni che si chiuderanno il prossimo 31 gennaio ed è chiaro che le famiglie vogliono avere la certezza di poter avere la disponibilità della sede di via del Circuito per il prossimo settembre. L’Ufficio tecnico ha assicurato di avere gli occhi puntati sul cantiere, con sopralluoghi settimanali costanti per accertare l’avanzamento delle opere, e per il quale è stata fissata la data di chiusura inderogabile per la prossima estate, in modo da riconsegnare subito le chiavi all’Istituto comprensivo che potrà disporne per settembre 2022. Pertanto in previsione dell’orientamento già effettuato ritengo che la scuola sarà perfettamente pronta ad accogliere le nuove iscrizioni nel corso dell’estate la dirigenza scolastica potrà disporre l’allestimento delle aule e la distribuzione delle classi nell’edificio praticamente nuovo, riconsegnando al Comune l’attuale sede provvisoria di Villa Fabio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slitta all'estate la fine dei lavori di riqualificazione e adeguamento sismico della scuola media Michetti

IlPescara è in caricamento