Attualità

Sanità, quale futuro per i lavoratori dei Cup abruzzesi? L'appello dei sindacati

La Fials abruzzese chiede risposte e certezze sul futuro dei lavoratori dei cup abruzzesi, considerando che il 1 gennaio 2020 scadrà il contratto con l'attuale azienda

Garantire un futuro e contratti a norma di legge per i lavoratori dei cup abruzzesi. A parlare è il sindaco Fials che ha chiesto un incontro urgente con l'assessore regionale Verì considerando che a gennaio 2020 scadrà l'appalto per il servizio esternalizzato dei cup delle Asl abruzzesi.

Il sindacato chiede risposte per capire come saranno tutelati i lavoratori che passeranno dalla ditta che attualmente ha ancora l'appalto alla prosima in caso di diversa aggiundicazione, non solo sul fronte del riassorbimento di tutti i dipendenti ma anche per i contratti che saranno proposti, in quanto attualmente non sono inquadrati come previsto dalla legge con il Ccnl comparto sanità.

Attualmente, infatti, non sono applicati contratti del comparto Sanità al personale operante nei CUP, ma di altra tipologia arrivando ad applicazioni di numerosi e diversi contratti “fantasiosi” che nulla hanno a che fare con il comparto che hanno tutti la caratteristica di essere con salari che sono in danno ai lavoratori.

Con l’occasione di rendere pubblica questa richiesta di incontro e questa situazione, vogliamo denunciare pubblicamente come un “dirigente” di una ditta appaltatrice di un Cup abbia scritto una lettera ai lavoratori in cui si “sconsigliava” di iscriversi ad alcune sigle sindacale autonome

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, quale futuro per i lavoratori dei Cup abruzzesi? L'appello dei sindacati

IlPescara è in caricamento