La denuncia di Italia Nostra e dell'Ecoistituto Abruzzo: "Eliminato il lembo di vegetazione fluviale del circolo canottieri" [FOTO]

Le due associazioni protestano per l'eliminazione di quella fascia di vegetazione spotanea sul lungofiume

È stato eliminato sabato scorso il lembo di vegetazione ripariale del circolo canottieri di Pescara, sul lungofiume. Lo denunciano le associazioni ambientaliste Italia Nostra e Ecosistema Abruzzo che ricordano come in quel lembo di vegetazione spontanea ci fosse anche della fauna selvatica.

Interpellati, gli addetti ci hanno informati che l’intervento era stato autorizzato dalla Capitaneria di Porto; tutta la legna è stata portata via con un furgone della ditta incaricata di “ripulire l’area” (finalmente, ha sottolineato un operaio). Il cantiere non era segnalato se non con un triangolo posto sulla pista ciclabile, di quelli che si utilizzano per avvisare della presenza di un’automobile ferma lungo la strada.

Ora le associazioni chiedono di sapere anche che fine farà il lembo di argine di terreno, non più imbrigliato dagli alberi eliminando completamente qualsiasi presenza di ecosistema ambientale fluviale:

Quali saranno state le ragioni che hanno spinto la Capitaneria di Porto, se è giusta l’informazione che ci è stata fornita, a promuove l’intervento? Di messa in sicurezza? Di adeguamento percettivo? Paesaggistico? Funzionale? Avremo premura di chiederlo, vista l’assenza della segnaletica di cantiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abruzzo zona rossa: ecco l'elenco delle attività che rimarranno aperte

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Ordinanza zona rossa falsa sui social, il chiarimento della Regione Abruzzo

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

Torna su
IlPescara è in caricamento