rotate-mobile
Attualità

Nell'istituto De Cecco la 32esima edizione del concorso gastronomico "La chitarra d'oro"

L'appuntamento con lo storico concorso dei cuochi abruzzesi è in programma il 12 marzo nell'istituto alberghiero De Cecco di Pescara

Va avanti come Chitarra d’Oro 2024 lo storico concorso dei cuochi abruzzesi che si svolgerà il 12 marzo a Pescara nella sede dell’Ipssar “F. De Cecco”. L’associazione dei cuochi annuncia tante novità per la 32esima edizione: «Così promuoviamo il futuro della cucina abruzzese».

Parte con tante novità l’edizione 2024 del più antico concorso gastronomico dell’Abruzzo, organizzato dall’associazione provinciale cuochi di Pescara, con il patrocinio del consiglio regionale, della Provincia di Pescara, della Camera di Commercio di Chieti-Pescara, della Fondazione PescarAbruzzo, dell’Ipssar “F. De Cecco” di Pescara, della Fondazione De Victoriis Medori, dallo Slow Food Abruzzo Alleanza dei Cuochi, della Confederazione Italiana Agricoltori.

La prima è il nome, la competizione si chiamerà “La Chitarra d’Oro”, una scelta condivisa per allargare i confini della gara. Altra novità è la sede, che tornerà a essere quella dell'istituto De Cecco, dove l’evento prenderà vita martedì 12 marzo 2024 dalla mattina. «Sarà un’edizione “nuova”, sotto vari punti di vista», spiega il presidente dell’Associazione Cuochi Pescara Carlo Auriti, «abbiamo scelto di cambiare il nome, in modo da rendere più chiaro lo strumento, che in dialetto non tutti riconoscevano come attrezzo antico di cucina, in questo modo si può parlare ai giovani e anche agli stimatori della cucina abruzzese. Il concorso resta lo stesso, con la sua storia, il suo prestigio e le sue opportunità: una grande vetrina, istituzionalmente la più importante del settore in Abruzzo, cresciuta in 32 anni di competizioni e pronta a cambiare pelle e rinnovarsi per continuare a formare giovani talenti abruzzesi della cucina. Anche lo scopo è e resta sempre lo stesso: valorizzare i prodotti e la cucina abruzzese, coniugandola all’innovazione e alla sostenibilità, che diventano ingredienti concreti della cucina. Per questo il Concorso, inoltre, l’altra novità sarà la sede: torniamo dentro al De Cecco che da 55 anni è uno dei luoghi di formazione del settore di quest’anno verterà moltissimo sull’educazione, un’educazione che vuole essere non soltanto trasmissiva di tradizione, talento e creatività, ma trasformativa, capace di generare consapevolezza e cambiamento. Ringraziamo la Dirigente Scolastica Alessandra Di Pietro per la disponibilità subito dimostrata verso l’Associazione e il concorso, siamo certi che dalla sinergia rinnovata la nostra Chitarra d’Oro potrà avere una nuova energia per il futuro. Resta da parte nostra l’intenzione di ringiovanire il concorso, sia coinvolgendo sempre di più i nostri giovani cuochi, sia attribuendogli obiettivi nuovi, capaci di dare alla cucina abruzzese una nuova dimensione, tutta proiettata al futuro e alla promozione e conoscenza del territorio. L’Associazione in questo percorso si pone come riferimento costante, in questi anni ha continuato a crescere e ad assoldare tesserati che diventano veri e propri ambasciatori dell’enogastronomia abruzzese e di tutto il nostro patrimonio sia in Italia e sia all’estero, dove hanno possibilità di lavorare, dando alla nostra storica tradizione culinaria, fatta di tante identità, sempre nuovo carburante per durare e rinnovarsi di anno in anno senza perdere la memoria di piatti antichi e identitari».

Il concorso prenderà vita a partire dalle ore 9, nelle sale dell’istituto alberghiero” F. De Cecco” di Pescara, sede già in passato della gara. Lì si ritroveranno i partecipanti, la commissione e il pubblico. Saranno allestiti alcuni desk informativi sulla storia e le varie attività dell’associazione e sul tesseramento Fic 2024. Sono diverse le sezioni da premiare: "La Chitarra d’Oro – La Chitarra d’Argento – La Chitarra di Bronzo", Trofeo Cantina Chiusa Grande “Miglior Abbinamento cibo-vino” - Trofeo GEGEL "Migliore Etica del piatto" e Trofeo De Victoriis Medori De Leone “Migliore interpretazione del piatto tradizionale abruzzese” - Trofeo Leo Giacomucci “Migliore valorizzazione dei prodotti tipici abruzzesi”. La giuria sarà presieduta dal giornalista Massimo Di Cintio e composta dagli chef Patrizia Di Gregorio, Cristian Di Tillio, Ernesto Cinalli e Raffaele Trilli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'istituto De Cecco la 32esima edizione del concorso gastronomico "La chitarra d'oro"

IlPescara è in caricamento