rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Sono 7.440 gli interventi di assistenza effettuati nel 2020 dall’Help Center della stazione di Pescara Centrale

Con il Covid-19 cresce la richiesta di beni di prima necessità, i risultati sono stati presentati a Roma attraverso il Rapporto Annuale Onds 2020

Sono stati 7.440 gli interventi di assistenza effettuati nel 2020 dall’Help Center della stazione di Pescara Centrale delle Fs.
Gli interventi sono stati concentrati sulla bassa soglia (distribuzione di pasti e beni di prima necessità).

I servizi di assistenza hanno interessato un totale di 415 utenti diversi.

Questo il dettaglio: il 62% già fruitori dell’Help Center e il 38% nuovi, contro il 24% dell’anno precedente. In particolare, l’81% sono uomini, il 19% donne e 1 persona transessuale. Per quanto riguarda invece la nazionalità, il 36% degli utenti è composto da cittadini italiani, il 19% da comunitari e il 39% da extracomunitari.

A livello italiano sono stati oltre 473mila gli interventi di assistenza a persone in difficoltà realizzati dai 18 Help Center, sportelli di ascolto, orientamento ed assistenza sociale presenti nelle stazioni ferroviarie italiane. Uno di questi è nello scalo ferroviario di Pescara Centrale. Un anno condizionato dall’emergenza Covid-19 che, a fronte di una riduzione del numero totale degli interventi rispetto al 2019 dovuta, a causa della pandemia, alla chiusura temporanea di alcuni servizi e alla limitazione forzata degli spostamenti, ha visto aumentare del 2% le richieste di beni di prima necessità. Nel corso della presentazione si è tenuta anche una tavola rotonda, a cui hanno partecipato Luigi Corvo, professore Global Governance Università di Roma Tor Vergata, Aldo Morrone, direttore scientifico Istituto San Gallicano (Irccs) Roma, Marco Girella, responsabile Help Center di Genova, Massimo Ippoliti, responsabile Help Center di Pescara.

Attualmente la rete di solidarietà comprende 18 Help Center, sportelli di ascolto situati all’interno e/o nelle zone limitrofe delle stazioni ferroviarie che orientano le persone in difficoltà verso i servizi sociali della città (centri di accoglienza, comunità terapeutiche, associazioni specializzate) per elaborare percorsi mirati di recupero e reinserimento sociale. I locali sono concessi in comodato d’uso gratuito da Fs Italiane e sono gestiti da associazioni a scopo sociale locali, d’intesa con i Comuni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono 7.440 gli interventi di assistenza effettuati nel 2020 dall’Help Center della stazione di Pescara Centrale

IlPescara è in caricamento