rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Inquinamento, alti valori di Pm10 nell'aria tra Pescara e Montesilvano nonostante il blocco del traffico

Nel capoluogo adriatico si registrano infatti concentrazioni di Pm10 oltre i limiti di legge

Ha il sapore della beffa sapere che l'inquinamento atmosferico resta alto a Pescara nonostante il sostanziale blocco del traffico veicolare dovuto all'isolamento deciso dal decreto del Governo per il Coronavirus.
Nel capoluogo adriatico si registrano infatti concentrazioni di Pm10 oltre i limiti di legge.

Come riferisce Ansa Abruzzo, nell'area compresa tra Pescara e Montesilvano, sabato scorso, sono stati registrati concentrazioni di Pm10 tra 54 e 79 microgrammi per metro cubo. 

L'ipotesi più verosimile, visto il bassissimo transito di veicoli, di questi valori è che ci sia stato un trasporto transfrontaliero di polveri desertiche dall'area del mar Caspio dovuto a venti occidentali; l'ipotesi è confermata indirettamente sia dalle mappe dei venti che dalle analisi modellistiche delle traiettorie che identificano nei settori orientali, l'origine delle masse d'aria che hanno investito la costa abruzzese.

Questa la spiegaazione che viene data dal responsabile del laboratorio di Fisica-Chimica dell'Atmosfera e Climatologia dell'università "D'Annunzio" di Chieti-Pescara, Piero Di Carlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento, alti valori di Pm10 nell'aria tra Pescara e Montesilvano nonostante il blocco del traffico

IlPescara è in caricamento