rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

Appalti Asl pilotati, rinviato a giudizio il direttore generale Vincenzo Ciamponi

Rinvio a giudizio anche per la cooperativa La Rondine, al dg si contesta il reato di corruzione per l'esercizio della funzione

Il direttore generale della Asl di Pescara, Vincenzo Ciamponi e la cooperativa sociale La Rondine di Lanciano, sono stati rinviati a giudizio dal gup del tribunale di Pescara, Giovanni de Rensis, nell'ambito dell'inchiesta su un appalto pilotato da 11 milioni euro riguardante l’affidamento della gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere. Lo riporta l'agenzia Agi.

A Ciamponi viene contestato il reato di corruzione per l'esercizio della funzione. Il processo prenderà il via il 7 dicembre prossimo. Nell'inchiesta era coinvolto anche l'ex direttore del dipartimento di salute mentale, Sabatino Trotta, che si tolse la vita in carcere poche ore dopo l'arresto. Il 3 febbraio scorso, per la stessa vicenda, hanno invece patteggiato due anni di reclusione Domenico Mattucci e Luigia Dolce, arrestati insieme a Trotta il 7 aprile 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti Asl pilotati, rinviato a giudizio il direttore generale Vincenzo Ciamponi

IlPescara è in caricamento