rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità

Taglio del nastro per la Strada Pendolo, l'annuncio del sindaco: entro settembre sarà completata

Oggi l'inaugurazione del tratto che unisce la Tiburtina a via Salara Vecchia, per l'assessore alla mobilità Luigi Albore Mascia è "un sogno che si avvera" che oltre ad alleggerire il traffico veicolare agevola la mobilità sostenibile grazie alla pista ciclabile

Inaugurato il tratto della Strada Pendolo che collega la Tiburtina a via Salara Vecchia. Una strada pensata e realizzata per il traffico veicolare, ma anche nell'ottica della mobilità sostenibile grazie alla pista ciclabile presente. “Tra venti giorni inaugureremo l'altro tratto, a settembre l'ultimo e avremo completato il lavoro che durava da circa 50 anni”, annuncia il sindaco Carlo Masci in occasione del taglio del nastro avvenuto alla presenza di buona parte dell'amministrazione, a cominciare dall'assessore alla mobilità Luigi Albore Mascia e del prefetto Giancarlo Di Vincenzo.

Per Mascia è “un sogno che diventa realtà non solo per l'amministrazione, ma per la nostra comunità e i nostri cittadini. Si parla della Strada Pendolo a Pescara da decenni. Durante la mia amministrazione inaugurammo quella di via Lago di Capestrano oggi inauguriamo un altro tratto in attesa di quello definitivo e finale per la realizzazione di una sorta di circonvallazione cittadina, io la definisco così, che ha una funzione strategica e importante per l'alleggerimento del traffico soprattutto sulle strade laterali e sul traffico locale in generale. Una strada che può essere utilizzata da pedoni e ciclisti e dunque anche per la mobilità sostenibile”. “Questa strada – ricorda il sindaco Masci – è stata pensata nel piano regolatore del 1975. Sono passati decenni e non se ne vedeva la fine. Oggi inauguriamo il tratto più importante dove c'era anche un degrado assoluto e dove i cittadini vivevano in condizioni veramente drammatiche. Oggi invece – aggiunge – c'è una bellissima strada, con un bel viale, piante, verde e una pista ciclabile. Continuerà con un altro tratto che parte da San Donato e il terzo che parte da via Pantini. Questo permetterà di arrivare da Francavilla ai Colli di Pescara passando per San Donato, Villa del Fuoco e l'ospedale senza passare per il centro della città, senza intasarlo e alleggerendone la viabilità: una condizione ideale”.

“E' un bypass fondamentale che mette in collegamento più quartieri della città – rimarca l'assessore alla mobilità -. L'importanza di quest'opera è percepita dai cittadini che da mesi curiosavano e volevano vedere come sarebbe diventata questa strada. Mi pare si sia fatto anche un intervento molto apprezzabile dal punto di vista dell'arredo urbano, ci sono panchine verde e una pista ciclabile molto bella che costituisce un'alternativa all'uso dell'automobile e anche questo, avendo lavorato tanto, c'è grande soddisfazione”. “Sono passati tantissimi anni nessuno riusciva a fare questa strada perché nessuno voleva espropriare i terreni – conclude Masci - , noi siamo arrivati abbiamo espropriato i terreni e oggi ci sono le strade che stiamo realizzando”.

L’investimento complessivo per la realizzazione del tratto tra la Tiburtina e Via Salaria Vecchia è stato di 986.212 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio del nastro per la Strada Pendolo, l'annuncio del sindaco: entro settembre sarà completata

IlPescara è in caricamento