Sicurezza area di risulta, arrivano le guardie giurate

In ritardo rispetto alle previsioni (che parlavamo di una prima sperimentazione già nel periodo natalizio), nei prossimi giorni faranno la loro comparsa nell'enorme parcheggio le guardie giurate

Diventa realtà la proposta fatta alla fine dello scorso anno dal capogruppo del Pd nel consiglio comunale di Pescara, Emidio Longhi, per la vigilanza privata nell'area di risulta allo scopo di avere maggiore sicurezza.
In ritardo rispetto alle previsioni (che parlavamo di una prima sperimentazione già nel periodo natalizio), nei prossimi giorni faranno la loro comparsa nell'enorme parcheggio le guardie giurate.

Un atto di determinazione firmato dal dirigente Giuliano Rossi infatti affida, con una trattativa diretta, il servizio di vigilanza privata alla Federalpol per un corrispettivo di poco superiore agli 14mila euro. 

L'obiettivo dell'amministrazione comuanle è quello di «garantire la sicurezza dei cittadini che usufruiscono dei parcheggi all'interno dell'area di risulta dell'ex stazione centrale di Pescara, in particolar modo nelle ore serali e notturne, e contrastare i fenomeni di degrado che interessano detta zona».

I vigilantes saranno nelle aree del parcheggio davanti al Bingo, in quello dietro il terminal bus e nel parcheggio più grande da piazza della Repubblica e via Teramo entro la fine di questo mese.
La vigillanza privata, con 3 guardie giurate, sarà attiva 7 giorni su 7, dal tardo pomeriggio fino alla mezzanotte dalla domenica al mercoledì e fino alle ore 2 o 3 il giovedì, venerdì, sabato e festivi per un toatle di 21 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento