rotate-mobile
Attualità

Rientrano gli uomini della guardia costiera in missione nello Ionio dopo aver salvato 30 persone da un incendio a Gadir

L'equipaggio della motovedetta pescarese Cp 292 è rientrata ieri nel porto dopo la missione nell'area dello Ionio intervenendo anche durante un grave incendio

Rientrata nella serata di ieri 20 settembre la motovedetta Cp 292 della guardia costiera di Pescara, alla presenza del comando della direzione marittima che ha accolto l'equipaggio. L'imbarcazione era in missione nell'area ionica al fine di potenziare l’attività di border surveillance e sar (search and rescue) relativa ai flussi di immigrazione irregolare. Una missione particolarmente impegnativa con gli equipaggi n un’intensa attività di monitoraggio e di soccorso in considerazione dell’attuale situazione geopolitica mondiale.

Fra le attività, anche l’evacuazione via mare di 30 persone rimaste bloccate nel porticciolo di Gadir il 17 agosto scorso, a seguito di un grave incendio che aveva bloccato l'unica strada percorribile con mezzi terrestri. Per questo, il 1° Luogotenente Di Noscia Luigi e il suo equipaggio hanno ricevuto formale riconoscimento dal capitano di vascello Marcello Luigi Notaro Direttore Marittimo dell'Abruzzo, Molise e Isole Tremiti.

guardia costiera motovedetta 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rientrano gli uomini della guardia costiera in missione nello Ionio dopo aver salvato 30 persone da un incendio a Gadir

IlPescara è in caricamento