rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

All'istituto alberghiero il Gran Galà dell’Oro Verde per valorizzare l'olio d'Abruzzo

Importante evento di sensibilizzazione. Per Silvano Ferri, presidente del Consorzio Aprutino Pescarese, "Tre sono le parole che si legano alla risorsa olio: tipicità, qualità e paesaggio". E Anzellotti sollecita la realizzazione della carta dell'olio

Si è tenuto all'istituto alberghiero il Gran Galà dell’Oro Verde d’Abruzzo, dedicato al nostro olio extravergine d’oliva. Presenti, tra gli altri, l’onorevole Guerino Testa, il sindaco Carlo Masci, l’assessore alle politiche sociali Adelchi Sulpizio e il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri. Quest'ultimo ha dichiarato: “Abbiamo sviluppato il turismo del vino, ora puntiamo a diffondere il turismo dell’olio, di cui l’Abruzzo e la provincia di Pescara sono ricchi, come dimostrano le 26 etichette presenti al Gran Galà. Tante battaglie abbiamo combattuto negli ultimi anni per la tutela del settore, tante ne dovremo ancora portare avanti con il neo ministro alla sovranità alimentare”.

La dirigente scolastica Alessandra Di Pietro ha aggiunto: “L’olio è sicuramente l’oro verde di una regione come l’Abruzzo, è una risorsa straordinaria da veicolare per divulgare il turismo nel nostro territorio, ed è fondamentale approfondire tale tematica per gli studenti dell’alberghiero visto che parliamo di una materia prima che investe ogni settore, dalla cucina alla sala sino alla promozione”.

Per Silvano Ferri, presidente del Consorzio Aprutino Pescarese, “Tre sono le parole che si legano alla risorsa olio: tipicità, qualità e paesaggio. Per la tipicità pensiamo che disponiamo sul nostro territorio di ben 24 cultivar; sulla qualità, parliamo di coltivazioni che richiedono uno sforzo costante di 365 giorni l’anno che poi possano contare anche sulla presenza di ottimi frantoi”.

Infine il presidente di Pastry Chef, Federico Anzellotti, ha presentato il suo tradizionale panettone all’olio d’oliva, sollecitando la “redazione della carta degli olii al pari della carta dei vini, perché se è vero che ogni alimento vuole il suo vino, è altrettanto vero che ogni cibo o piatto vuole il suo tipo di olio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'istituto alberghiero il Gran Galà dell’Oro Verde per valorizzare l'olio d'Abruzzo

IlPescara è in caricamento