Attualità

Giuliante (Tua) ai sindacati: "Il 14 febbraio il bando per interinali e non, è un atto d'amore"

Il presidente sella Società unica di trasporto abruzzese ribadisce: "Modalità del bando condivise con le organizzazioni, mentre loro cambiano idea noi diamo stabilità"

Il presidente della Tua Gianfranco Giuliante annuncia con sarcastica “simpatia” nei confronti delle associazioni sindacali che il 14 febbraio, data scelta “come atto d'amore per chi aspira ad una assunzione a tempo indeterminato lasciando la precarietà”, la Società pubblicherà il bando della discordia: quello con cui si procederà “sin da subito”, sottolinea, alle assunzioni a tempo indeterminato “dei cosiddetti 'interinali' e quanti ne abbiano i requisiti. La risposta dei lavoratori segnerà il discriminante tra le diverse posizioni in campo. Se nessuno risponderà ne prenderemo atto, se viceversa saremo sommersi di richieste, i sindacati, speriamo, ne prenderanno atto”.

La Tua, in sostanza, va avanti per la sua strada recriminando il fatto che, a differenza di quanto ieri detto dai segretari regionali di Filt Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Faisal Cisal, nell'accordo sottoscritto il 30 giugno 2021 con gli stessi, non solo questo è previsto, ma, torna a ribadire, è previsto secondo lo stesso sistema adottato per i professionalizzanti, ovvero con pari trattamento economico. “Nutro simpatia per le organizzazioni sindacali che dicono che non abbiamo mai parlato di assunzioni a pari condizioni tra professionalizzanti e cosiddetti 'interinali' perché dimenticano che ne stanno parlando da mesi. Mail di ottobre e novembre tra Tua e organizzazioni sindacali con posizioni differenti – scrive Giuliante nella nota di replica -. Un sindacalista ci dice che vorremmo applicare per i neo-assunti lo stesso sistema adottato per i professionalizzanti. Ma questo è quanto sottoscritto nel verbale del 30 giugno dallo stesso sindacalista e dai suoi colleghi. Successivamente i sindacati hanno detto che non erano più d’accordo e noi ne prendiamo atto”, chiosa il presidente Tua chiudendo di fatto la porta a quella interlocuzione che aveva auspicato e cui i sindacati avevano detto di avere intenzione di rispondere certi però che questa tipologia di bando, che non prevede contratti di secondo livello, non l'avrebbero accettata.

Giuliante replica anche a chi, tra i sindacalisti, ha affermato che se i dipendenti di Tua fossero stati ancora 1.600 e non 1.300 come oggi, il bilancio non sarebbe stato in attivo e lo fa, ancora una volta, con un velo di sarcamo. “Nutro simpatia per le organizzazioni sindacali, soprattutto quando affermano che se avessimo fatto quello che ci chiedevano, staremmo abbondantemente in passivo. Sarà questo – chiosa - il motivo per cui non abbiamo aderito alle loro richieste?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliante (Tua) ai sindacati: "Il 14 febbraio il bando per interinali e non, è un atto d'amore"
IlPescara è in caricamento