rotate-mobile
Attualità

Tutto pronto per la prima giornata regionale sulle dipendenze patologiche: a Pescara un open day antifumo

Giovedì 17 novembre una serie di iniziative in tutto l'Abruzzo per la prima giornata regionale sulle dipendenze patologiche, sia da sostanze che comportamentali

Si terrà giovedì 17 novembre la prima giornata regionale sulle dipendenze patologiche, un'iniziativa che vedrà in campo su tutto il territorio abruzzese Regione, Asl, Questure, Coni e Ufficio scolastico regionale puntando a sensibilizzare i cittadini e le nuove generazioni su un tema molto importante che spesso viene dimenticato. La giornata è stata istituita lo scorso giugno dall'osservatorio regionale a seguito della legge regionale 37 del 2020, per la prevenzione e il trattamento delle dipendenze patlogiche sia comportamentali che da sostanze, per tutelare coloro che soffrono di questo disturbo.

Lo scopo è quello di evitare un’eccessiva parcellizzazione degli interventi, con un modello di intervento coordinato tra i vari attori coinvolti: dai servizi dipendenze delle Asl ai dipartimenti regionali sanità e sociale, fino ad arrivare al terzo settore, alla scuola, allo sport, alle comunità terapeutiche, al mondo forense. Il presidente Marco Marsilio ha spiegato che l'Abruzzo è la prima regione ad avere una legge quadro sulle dipendenze patologiche, e la prima con un osservatorio regionale che mette insieme i vari attori ed enti coinvolti.

"È una esperienza pilota e domani celebriamo una giornata volta a sensibilizzare le scuole e i giovani. Spero possa aiutare i cittadini abruzzesi a fronteggiare un fenomeno, purtroppo, presente sul territorio; abbiamo dati preoccupanti registrati, in particolare, nell’area del cratere sismico. Il ricorso al gioco di azzardo, ad esempio, è stato una delle dipendenze più diffuse tra i soggetti fragili che vivono momenti psicologici e sociali difficili. Tra le dipendenze sono ricomprese il disturbo da gioco d’azzardo, le dipendenze da sostanze come bevande alcoliche, tabacco, sostanze psicotrope e stupefacenti, le “nuove sostanze”, gli antidolorifici, le dipendenze tecnologiche da internet, reti sociali, smartphone, videogiochi, videopornografia e altre dipendenze comportamentali oltre a shopping compulsivo e ipersessualità."

Un primo incontro si terrà ad Atri nel teatro comunale alle 8,30 alla presenza del vice ministro Maria Teresa Bellucci. Sul territorio poi, le singole Asl agiranno con diversi appuntamenti e visite o consulti gratuiti: per la provincia di Pescara, ci sarà un open day al centro antifumo in via Pesaro 50 dalle 16 alle 19. Nel corso dell'iniziativa i cittadini avranno la possibilità di incontrare esperti del settore che a tutti gli interessati offriranno un momento di informazione e sensibilizzazione sugli effetti nocivi del fumo e sull'opportunità di intraprendere un percorso di disassuefazione. Al convegno di Atri, per la Asl di Pescara, saranno presenti e interverranno Gerardo Guarino, medico psicoterapeuta Direttore Uoc  Ser.D e Massimo D’Alessandro, Ddrigente psicologo Ser.D.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per la prima giornata regionale sulle dipendenze patologiche: a Pescara un open day antifumo

IlPescara è in caricamento