rotate-mobile
Attualità

I giornalisti enogastronomici contro la battuta di Christian De Sica sul Montepulciano: "Quel trailer va ritirato"

Fioriti e Iezzi: “Ci auguriamo che De Sica abbia il coraggio di riconoscere l’errore e fare dietrofront, come solo i grandi sanno fare. A lui chiediamo un incontro pubblico chiarificatore"

Dopo la sortita di Christian De Sica sul vino abruzzese, definito "una merda", insorgono i giornalisti agroalimentari ed enogastronomici, che in una nota "non ci stanno alle affermazioni, pur ironiche e da trailer cinematografico, del comico Christian De Sica per il suo nuovo film su Netflix, giudicandole un'incredibile caduta di stile, davvero inaspettata, rispetto all’uscita dell’attore".

Va infatti precisato che "Natale a tutti i costi" uscirà soltanto il 19 dicembre, e quindi ciò che in queste ore ha destato indignazione è una semplice battuta che De Sica pronuncia all'inizio del filmato promozionale messo in circolazione per fare pubblicità alla pellicola, di cui appunto per il momento non si conosce altro.

Ma per Donato Fioriti (Unarga - Fnsi) e Ugo Iezzi (Fige) tutto ciò è più che sufficiente: “De Sica è un attore che stimiamo, ma il trailer va ritirato. È una questione di buon senso, De Sica dovrebbe capirlo. Non fa onore alle sue qualità artistiche ed è ingeneroso verso un vino che ha vinto molti premi al Vinitaly di Verona e verso i tantissimi viticultori di qualità che il nostro Abruzzo possiede e che si fanno onore in tutto il mondo”.

Poi Fioriti e Iezzi concludono: “Ci auguriamo che De Sica abbia il coraggio di riconoscere l’errore e fare dietrofront, come solo i grandi sanno fare, e lui lo è! A lui chiediamo un incontro pubblico chiarificatore".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giornalisti enogastronomici contro la battuta di Christian De Sica sul Montepulciano: "Quel trailer va ritirato"

IlPescara è in caricamento