rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità

Il micio Gino è affetto da peritonite infettiva felina, lanciata una raccolta fondi per aiutarlo

Da qualche giorno gli è stata diagnosticata la Fip neurologica. È un'infezione causata da un ceppo del coronavirus felino ed è molto comune tra i gatti

Una nostra lettrice ha lanciato su Go Fund Me una raccolta fondi per il suo micio, che è molto malato e ha bisogno di cure costosissime. Il gatto si chiama Gino e gli è stata diagnosticata la Fip, un'infezione mortale derivante da un ceppo del coronavirus felino. Purtroppo le sue condizioni sono piuttosto critiche e, come detto, necessita di cure per circa 2500 euro.

La sua famiglia sta raccogliendo fondi per cercare di salvargli la vita, e vederlo stare male è straziante per i suoi proprietari. Anche la più piccola donazione sarà importante. Questo è il link della piattaforma per le donazioni. In alternativa: valentina.dg81@gmail.com su PayPal.

Qui di seguito il testo dell'appello lanciato su Go Fund Me: "Ciao a tutti, ra-gatti e ra-gatte. Io sono Gino, una panterina soffice soffice di un anno e mezzo. Da qualche giorno mi hanno diagnosticato la Fip neurologica (peritonite infettiva felina). È un'infezione causata da un ceppo del coronavirus felino ed è molto comune tra i gatti. In alcuni casi non crea problemi seri e guarisce spontaneamente. In altri, invece, il virus subisce una mutazione nell'organismo invadendo gli organi interni, danneggiandoli e portando irrimediabilmente alla morte. Purtroppo le mie condizioni sono piuttosto critiche: sono giorni che vengo alimentato con le siringhe, non bevo, non gioco e soprattutto le mie zampette non rispondono ai "comandi". La mia famiglia umana mi ama tanto e sta facendo di tutto per salvarmi, ma le cure sono lunghe e molto costose: hanno una durata di circa tre mesi e tra medicinali (65 euro per ogni fiala, per un totale di 10 fiale al mese), visite veterinarie ed esami vari saranno costretti a sborsare più di 2000 euro. Sono proprio tanti, vero? Sono ancora molto giovane e ho voglia di tornare a giocare, a fare le fusa e a veder sorridere di nuovo la mia famiglia umana. Sono tutti molto preoccupati e angosciati: in casa regna solo tanta sofferenza. Ringrazio tutti coloro che vorranno darmi una zampa e che mi aiuteranno a sconfiggere questo "mostro". Un caloroso miao a tutti i miei a-mici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il micio Gino è affetto da peritonite infettiva felina, lanciata una raccolta fondi per aiutarlo

IlPescara è in caricamento