rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

La denuncia del garante Roio: "Anziani costretti a lunghe file negli uffici della Asl, del Comune e per le vaccinazioni anti Covid"

Il garante per gli anziani del Comune di Pescara chiede la creazione di corsie preferenziali per le persone anziane, spesso fragili e vulnerabili per il proprio stato di salute

Anziani costretti a lunghe ed estenuanti file, spesso al freddo, nonostante lo stato di salute spesso fragile e vulnerabile. La denuncia arriva dal garante per gli anziani Giancarlo Roio, che fa riferimento soprattutto alle problematiche vissute dalle persone della terza età per l'accesso agli sportelli pubblici della Asl e del Comune. Qui, sono costretti a lunghe attese, anche in piedi, senza la possibilità di una corsia preferenziale:

"Nemmeno la inquietante circostanza della recrudescenza della pandemia li induce a mitigare la rigida interpretazione delle regole da loro a suo tempo stabilite. In effetti tale asettico e burocratico comportamento mi è stato ribadito anche in presenza della necessità del richiamo del vaccino e della impossibilità ad ottenere gli appuntamenti se non a distanza di mesi dalla richiesta e quindi costringendo gli anziani a lunghe code presso l’unico hub cittadino messo a disposizione nella eventualità che volessero anticipare i tempi, oltretutto all’esterno dell’edificio esponendoli al freddo ed alle intemperie dell’inverno.

Nel denunciare tale inqualificabile atteggiamento di noncuranza, disinteresse e insensibilità verso gli anziani, che mi onoro di rappresentare come loro garante, lancio un appello a tutte le forze politiche di minoranza presenti in consiglio comunale affinché si facciano carico di tale grave problematica e presentino mozioni ed interrogazioni in appoggio alla mia richiesta di attivazione delle corsie preferenziali per anziani over 70 presso gli hub vaccinali ad accesso diretto e gli uffici al pubblico della Asl e del Comune. È un provvedimento che si rende necessario ed urgente non solo in conformità ai dettami legislativi e costituzionali, ma soprattutto in ossequio a basilari
principi morali, di umanità e nel rispetto della dignità degli anziani, persone fragili e bisognose che meritano una più giusta considerazione e attenzione da parte dei loro rappresentanti politici."

Roio poi, quasi certo che anche questo appello non verrà ascoltato dalle forzxe politiche e dalle autorità, chiede sostegno ai sindacati e alle associazioni di difesa dei diritti dei cittadini scrivendo agli indirizzi email garanteanziano@comune.pescara.it o giancarlo@roio.net annunciando battaglia fino a quando non otterrrà quanto richiesto per questa categoria di cittadini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia del garante Roio: "Anziani costretti a lunghe file negli uffici della Asl, del Comune e per le vaccinazioni anti Covid"

IlPescara è in caricamento