Attualità

"Un ponte di corpi", a Pescara un flash mob di sensibilizzazione

Sabato 6 marzo si è tenuta in città una manifestazione per un'iniziativa nazionale promossa da "Un ponte di corpi" che è stata organizzata da Mediterranea Saving Humans Pescara con l'adesione di varie associazioni

Sabato 6 marzo Pescara, come altre piazze italiane, ha voluto rispondere con un flash mob alle politiche inumane di esternalizzazione delle frontiere e alla strategia di criminalizzazione delle associazioni e dei cittadini che praticano solidarietà verso persone disperate in fuga da guerre e fame. Ecco che cosa si legge in una nota degli organizzatori:

"Dalla frontiera triestina al Mediterraneo l'umanità non è reato. Lo abbiamo testimoniato con i nostri corpi dal Ponte del Mare di Pescara, rivolti a sud e a est, dove dall'Adriatico al Mediterraneo siamo e restiamo umani".

Si tratta di un'iniziativa nazionale promossa da "Un ponte di corpi" e che è stata organizzata a Pescara da Mediterranea Saving Humans Pescara con l'adesione e la partecipazione di Anpi Pescara, Rete Oltre Il Ponte, Caritas Diocesana Pescara-Penne, Sinistra Italiana Abruzzo, Articolo Uno Pescara, Potere al Popolo Pescara e Movimento delle Sardine Abruzzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un ponte di corpi", a Pescara un flash mob di sensibilizzazione

IlPescara è in caricamento