rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Attualità

Oltre 500 firme raccolte in meno di 24 ore per la petizione online contro le ordinanze sulla movida a Pescara Vecchia

Sul portale change.org è stata attivata una petizione per chiedere di non procedere con nuove ordinanze restrittive riguardanti la movida nel centro storico: "L'intrattenimento è cultura, non spegnete Pescara Vecchia"

Nonostante attualmente sia scaduta l'ordinanza del sindaco Masci riguardante le limitazioni per i locali di Pescara Vecchia, parte una petizione online per chiedere di non procedere con ulteriori provvedimenti che possano limitare l'attività degli esercenti e del mondo della notte nel centro storico. Ha superato le 500 firme la petizione lanciata sul portale change.org denominata "L'intrattenimento è cultura: non spegnete Pescara Vecchia". Nelle motivazioni per la creazione della petizione, si legge:

"Dopo l'ennesima ordinanza ‘Anti-Movida’ estremamente restrittiva emanata il 14/03/2023 dal sindaco di Pescara, evidenziamo come questo genere di misure, in nome di una "lotta al degrado", criminalizzi il popolo della notte così come tutti i mestieri non diurni, incentivando una pressione poliziesca già evidente nel reprimere le iniziative dei locali. Ribadiamo che ciò che si definisce "movida" non è solo divertimento: coinvolge chi vive nel mondo della musica, della cultura e del food & beverage, genera possibilità lavorative e permette a studentesse e studenti, locali e fuori sede, di vivere nella nostra città, arricchendola materialmente e culturalmente. Per questi motivi, crediamo sia giunto il momento di mettere nero su bianco il brusio di un’intera città dissidente, ma rimasta inascoltata troppo a lungo!".

Ricordiamo che attualmente il sindaco non ha ancora deciso se procedere con una nuova ordinanza da far entrare in vigore già nel fine settimana di Pasqua. Dai dati rilevati dall'Arta durante le serate in cui era attiva l'ordinanza che limitava la diffusione di musica dopo la mezzanotte per chi non possiede l'autorizzazione rilasciata per le discoteche, sarebbe emerso che il superamento dei valori di rumore oltre la soglia consentita dalla legge avviene soprattutto a causa della presenza delle centinaia di persone che affollano le strade, e non dalla musica dei locali stessi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 500 firme raccolte in meno di 24 ore per la petizione online contro le ordinanze sulla movida a Pescara Vecchia

IlPescara è in caricamento