rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Filovia sulla Strada parco, Masci: "Rispettati tutti i parametri normativi, ennesima conferma del ministero"

Il primo cittadino commenta la lettera del direttore generale Mutone: "Le barriere architettoniche saranno abbattute e la città avrà un trasporto pubblico efficiente e sostenibile"

“Questa è l'ennesima lettera del direttore generale del ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, datata 31 marzo 2022, in cui si ribadisce che la filovia Pescara-Montesilvano rispetta tutti i parametri normativi, che i lavori in corso risolveranno pienamente le problematiche riguardanti l'accessibilità a tutti gli utenti alle fermate, che il territorio e i cittadini avranno indubbi vantaggi dall'introduzione di un sistema di trasporto pubblico elettrico su percorsi dedicati, che qualsiasi scelta diversa da parte delle varie amministrazioni e il mancato completamento dell'opera comporteranno la restituzione al ministero delle somme finora spese, che il consiglio di Stato, massimo organo della giustizia amministrativa, non ha ravvisato alcun motivo ostativo agli interventi in atto”. Commenta così il sindaco Carlo Masci, con un post pubblicato sulla sua pagina facebook, la lettera a firma del direttore generale del ministero Angelo Mutone, chiarisce le competenze sul chi fa cosa in riferimento al progetto che interessa la Strada parco, assicurando anche che, si legge, “gli interventi predisposti renderanno la filovia completamente accessibile a tutti gli utenti e a tutte le fermate” per cui i lavori comporteranno “l'abbattimento delle barriere architettoniche”. Il ministero sottolinea quindi come suo compito sia solo quello di verificare “gli aspetti della sicurezza del trasporto pubblico”. Un'opera contro cui continua a battersi il comitato Strada Parco bene comune che ha anche fatto ricorso al Tar, con il problema delle barriere architettoniche sollevato nelle ultime settimane anche dall'associazione Carrozzine determinate.

Per Masci una risposta che legittima definitivamente la scelta di proseguire nella realizzazione della filovia sebbene consapevole, aggiunge nel suo post, che “questo non soddisferà le esigenze dei detrattori dell'opera, che continueranno ad accusare, spesso con una violenza verbale inaccettabile, tutti i soggetti istituzionali coinvolti, di voler distruggere la città”. “Pescara ha bisogno di un trasporto pubblico efficiente, a zero emissioni di anidride carbonica, che sia competitivo con le 120.000 auto private che ogni giorno inquinano la nostra città e riempiono di gas i nostri polmoni – incalza il primo cittadino -, solo così potremo confrontarci alla pari con le città più evolute dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Chi continua a opporsi al trasporto pubblico elettrico su percorso dedicato, anche in buona fede, non fa il bene di Pescara, perché si batte contro l'unico sistema, sperimentato nelle realtà più all'avanguardia, che può diminuire concretamente l'aggressione quotidiana delle auto private nella nostra città. Venticinque anni fa ci battevamo, in mezzo a mille polemiche, affinché Pescara avesse una rete estesa di isole pedonali e oggi Pescara ha ampie aree libere per i pedoni: oggi ci battiamo per i percorsi dedicati ai mezzi pubblici elettrici – conclude Masci -, anche questa volta daremo alla città una prospettiva più evoluta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filovia sulla Strada parco, Masci: "Rispettati tutti i parametri normativi, ennesima conferma del ministero"

IlPescara è in caricamento