rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Il consiglio di stato accoglie il ricorso di Comune e Tua per la filovia sulla strada parco

Riformato, dunque, l’ultimo pronunciamento del Tar sulla vicenda filovia. Ora, di conseguenza, viene consentita la ripresa del cantiere

Il consiglio di stato ha deciso di accogliere il ricorso presentato dal Comune di Pescara e dalla Tua per la strada parco. Viene riformato, dunque, l’ultimo pronunciamento del Tar sulla vicenda filovia, con la sentenza che lo scorso ottobre aveva fermato il progetto. Ora, di conseguenza, sarà consentita la ripresa del cantiere. Il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri spiega che, in particolare, “il Tribunale amministrativo ha obiettato il difetto di fumus e di periculum in mora, ovvero l’assenza delle condizioni tali da rendere necessaria la sospensione dei lavori, acclarando, di fatto, che tra il ricorso e la discussione di merito comunque non potrebbero essere realizzate opere irreparabili, ovvero tali da rendere poi inapplicabile un giudizio eventualmente favorevole al cosiddetto Comitato pro-strada parco”. 

Soddisfatto anche il sindaco Carlo Masci: "Avevo detto più volte che la sentenza del Tar presentava elementi per essere riformata. Le versioni dei progetti approvati e validati dal ministero delle infrastrutture fino alla terza perizia di variante non sono mai state sostanzialmente difformi fra loro, risultando sempre in linea con i contesti ambientali, con i pareri acquisiti dal Comitato Via e con il nulla osta rilasciato dal ministero ai fini della sicurezza, sicché il nulla osta sulla terza variante per le sue oggettive caratteristiche non necessitava di alcuna riedizione delle procedure di valutazione ambientale. Lo abbiamo sostenuto prima e dopo l’ordinanza cautelare del Tar. Adesso, alla luce del provvedimento favorevole dei giudici del consiglio di stato, dobbiamo ripartire con slancio perché la situazione del traffico a Pescara (oltre centomila auto al giorno in entrata) chiede pressantemente una risposta valida ed efficace nel trasporto pubblico ecologico".

A gennaio 2022, annuncia il primo cittadino, "entreranno in servizio lungo la strada parco 5 autobus elettrici che saranno un segnale visibile e importante della nostra transizione verso una città più green e ancora più vivibile. La strada parco come strada di comunicazione è stata concepita con una filosofia ambientalista che è a tutto tondo, a partire dall’arredo urbano di alberi, siepi e piante. Ricordo poi a tutti che l’ex tracciato entrò in possesso dell’amministrazione comunale proprio con questa finalità, e che la pista ciclabile destinata alla mobilità senza motore scorre parallela alla strada pensata invece per mezzi ecologici. I due sistemi possono e devono coesistere perché solo in questo modo potremo allentare la morsa dell’inquinamento atmosferico e acustico, con vantaggio di tutta la cittadinanza e quindi anche di coloro che abitano lungo la strada parco".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio di stato accoglie il ricorso di Comune e Tua per la filovia sulla strada parco

IlPescara è in caricamento