Attualità

I ciclisti pescaresi della Fiab sulla strada parco: "No ai bus a metano, va potenziato il verde"

L'associazione interviene nel dibattito riguardante il futuro della strada parco e l'utilizzo del tracciato della filovia

La strada parco non deve diventare il tracciato per mezzi pubblici. Lo ha ribadito la Fiab, l'associazione dei ciclisti anonimi pescaresi che interviene sul dibattito che si è riacceso in questi giorni dopo la notizia che il Comune intende ottenere un finanziamento di 61 milioni di euro per completare anche il secondo e terzo lotto della filovia utilizzando mezzi brt, ovvero bus a metano.

La strada parco, per la Fiab, va ripensata in senso ecologico, migliorando il verde pubblico ormai finito nell'abbandono, eliminando cemento ed asfalto esistenti, e rendendo rendendo il percorso adatto alla mobilità delle persone e alle necessità dei portatori di  disabilità

Ripensare anche la mobilità ciclistica perché la pista ciclabile realizzata non ci è mai stata simpatica non già per la pista in sé, ma perché così fatta non può essere il "leggero passante", cioè la ciclovia di attraversamento della città e parte fondamentale di quella che l'attuale amministrazione definisce "ciclopolitana". Oltretutto il progetto approvato della ciclovia adriatica auspica un passaggio alternativo urbano a quello rivierasco per il previsto maggiore transito delle bici. Inoltre il forte aumento del numero delle persone che si sposta in bicicletta, tendenza che aumenterà in futuro come anche il Comune di Pescara auspica, impone una larghezza maggiore delle piste ciclabili.

Per l'associazione, se tutte le biciclette e le persone che attualmente usano la strada parco dovessero essere costrette a usare quel marciapiede, si creerebbe il caos ribadendo che la soluzione per velocizzare il trasporto pubblico è la riduzione del traffico automobilistico, sfruttando nel caso della strada parco le parallele come viale Bovio e la riviera.


Lo spazio pubblico è un bene comune, un bene delle persone: rendiamo Pescara "città delle persone"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ciclisti pescaresi della Fiab sulla strada parco: "No ai bus a metano, va potenziato il verde"

IlPescara è in caricamento