rotate-mobile
Attualità

Festa della donna, l'omaggio di De Martinis a tutte le donne vittime di violenza

Il sindaco di Montesilvano ha deposto questa mattina un mazzo di fiori sulla panchina rossa intitolata a Norma Cossetto: dietro i colori dell'Ucraina per ricordare il valore delle donne

Festa della donna: l'omaggio del Comune di Montesilvano

Un mazzo di fiori sulla panchina rossa del giardino dedicato a Norma Cossetto, la studentessa istriana di 23 anni stuprata, uccisa e gettata in una foiba il 4 o il 5 ottobre del 1943, con i colori dell'Ucraina sullo sfondo. E' l'omaggio che, in occasione dell'8 marzo, il sindaco di Montesilvano Ottavio De Martinis, insieme al consigliere Marco Forconi e ai membri dell’associazione Anvg (Associazione nazionale Venezia Giulia-Dalmazia) Donatella Bracali e la signora Zimuel, hanno voluto fare a tutte le donne per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche che le hanno viste protagoniste, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggi vittime. Sventolata, in occasione della piccola celebrazione, la bandiera ucraina per mostrare vicinanza alle donne che oggi fuggono dalla guerra. “Nella giornata internazionale della donna abbiamo voluto dedicare un momento a tutte le donne vittime di violenza, sperando che questo brutto fenomeno si riesca a contrastare e negli anni e a ridurre a zero – dichiara De Martinis -. Allo stesso tempo abbiamo rivolto un pensiero di pace alle tante donne che sono state costrette a lasciare l’Ucraina unitamente ai propri figli per causa della guerra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della donna, l'omaggio di De Martinis a tutte le donne vittime di violenza

IlPescara è in caricamento