Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Il presidente Ferrante sui problemi dell'ecospiaggia per i disabili: "Il sindaco venga a fare un giro in carrozzina"

Il presidente dell'associazione "Carrozzine Determinate" torna sulla questione dei disagi per i disabili nell'accesso alla spiaggia libera comunale inaugurata poche settimane fa

Il presidente dell'associazione Carrozzine Determinate Claudio Ferrante interviene nuovamente sulla questione dell'ecospiaggia del Comune di Pescara e le difficoltà di accesso e fruizione per gli utenti disabili. Già all'indomani dell'inaugurazione Ferrante aveva duramente criticato il progetto parlando di una spiaggia che di fatto discrimina i disabili che non possono accedere al mare e non hanno spazi adeguati di ombreggio per la sosta in carrozzina:

"Questa spiaggia non ha nemmeno i requisiti minimi per considerarla accessibile: non ha parcheggi riservati, i bagni non sono a norma, assenza totale di postazioni ombreggiate specifiche per lo stazionamento delle carrozzine, così come è impossibile accedere in acqua! Nessun gioco né accessibile né inclusivo! Quella struttura esteticamente è molto bella, ma manca di copertura adeguata e non è possibile chiuderla; quando pioverà sarà impossibile salvaguardare le attrezzature che sono utilizzate dai ragazzi del bar che, con professionalità e sensibilità, svolgono un lavoro eccellente!".

Ferrante parla di rammarico per un progetto che poteva essere vincente, e ricorda al sindaco di Pescara che a Montesilvano la spiaggia pubblica per disabili è stata presa come modello anche dal ministro Stefani in una recente visita. Per questo, conclude Ferrante, è a disposizione una carrozzina davanti all'ecospiaggia per il sindaco Masci qualora volesse provare di persona i disagi per l'accesso alla spiaggia e al mare con una passeggiata empatica auspicando che vengano effettuati i lavori di adeguamento.

"Il sindaco di Pescara, invece di chiedere scusa e di spiegare il motivo per il quale la città di Pescara ha un triste primato quello di non avere una sola spiaggia pubblica accessibile, si scaglia contro la nostra associazione che con coraggio e senso di responsabilità e, come avrebbe dovuto fare chiunque, ha denunciato questa opera pubblica fuori legge specificando tecnicamente le criticità per adottare soluzioni per fare diventare questa “for all”, davvero per tutti!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente Ferrante sui problemi dell'ecospiaggia per i disabili: "Il sindaco venga a fare un giro in carrozzina"

IlPescara è in caricamento