Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Feniello attacca Muriana per la lettera di scuse su Rigopiano: "Una presa per i fondelli"

Duro attacco da parte del padre di una delle vittime di Rigopiano all'ex dirigente della squadra mobile di Pescara

Dopo la pubblicazione della lettera di scuse inviata dall'ex dirigente della squadra mobile di Pescara Muriana al comitato dei parenti delle vittime di Rigopiano, arriva il duro commento di Alessio Feniello, padre di Stefano morto nel crollo dell'hotel nel gennaio 2017.

MURIANA CHIEDE SCUSA AI PARENTI DELLE VITTIME

Feniello parla di una presa per i fondelli e di scuse arrivate con ritardo ingiustificato, e si chiede perchè le rivelazioni fatte ora non siano state fatte prima:

"Muriana avrebbe potuto dichiarare a suo tempo le colpe di Angelozzi (colonnello dei carabinieri forestali), come detto poi nel servizio delle Iene. Ho saputo della sua esistenza dal servizio andato in onda in tv e su Facebook l'indomani l'ho attaccato. Ecco perché oggi mi cita nella sua lettera di scuse.

Feniello si chiede come mai Muriana non abbia segnalato alla procura la telefonata fatta da Gabriele D'Angelo in prefettura il giorno della tragedia e mai trasmessa:

Avrebbe dovuto chiedere scusa subito dopo e dichiarare a chi di competenza quanto accaduto. Perché, invece, manca questa telefonata dal tabulato? Hanno cercato di coprirsi a vicenda, ma gli è andata male perché c'è stata gente che gli è stata col fiato sul collo. Sono personaggi squallidi. Mi fanno solo ridere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feniello attacca Muriana per la lettera di scuse su Rigopiano: "Una presa per i fondelli"

IlPescara è in caricamento