rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Attualità

Famiglia costretta a vivere in auto, prosegue la gara di solidarietà

Marco Forconi ha pubblicato un post su Facebook in cui aggiorna sulla situazione della famiglia di 4 persone costretta a vivere in auto. Un benefattore ha regalato loro altre due notti in hotel

Prosegue senza sosta la gara di solidarietà per aiutare la famiglia di quattro persone costretta a vivere in auto a causa del grave stato di indigenza in cui è finita ormai da diverso tempo. Marco Forconi, che aveva denunciato per primo la loro grave situazione, ha fatto il punto della situazione con un post sul suo profilo Facebook.

FAMIGLIA COSTRETTA A VIVERE IN AUTO: SI ACCENDE UNA SPERANZA

Sono diverse le buone notizie: un benefattore anonimo ha regalato altre due notti in hotel a Giuseppe e la sua famiglia, mentre l'assicurazione per l'auto e stata pagata ed a breve sarà effettuata anche la revisione. Entro poche ore sarà aperta una pagina Facebook dedicata.

Forconi ha aggiunto:

Ricordo a tutti che la finalità non è fornire assistenza a tempo indeterminato ma usare degli strumenti assistenziali popolari per far 'ripartire' la famiglia italiana caduta in disgrazia dando lavoro ai figli del signor Giuseppe. Le istituzioni sembrano non accorgersi di nulla: colpa della campagna elettorale?

Inoltre, ha chiesto di contattarlo per effettuare donazioni con bonifico bancario o Paypal, oppure di recarsi dalla famiglia con educazione e rispetto ed in questo caso fornirà le indicazioni per trovarla. Infine, lancia un appello a tutti per attivarsi presso le istituzioni per cercare di aprire un canale di accesso agli aiuti sociali. E raccomanda anche:

non fate promesse che non è possibile mantenere: illudere una persona in quelle condizioni, anche per 1 euro, è un elemento socio-psicologico da evitare assolutamente

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia costretta a vivere in auto, prosegue la gara di solidarietà

IlPescara è in caricamento