rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

I gestori dello stabilimento "Il Moro-Pinalba" si rivolgono alla polizia postale dopo la falsa notizia sulla chiusura per Covid

Dopo aver precisato come la struttura fosse regolarmente aperta, i proprietari hanno deciso anche di rivolgersi alla polizia postale

I gestori dello stabilimento balneare "Il Moro-Pinalba" si sono rivolti alla polizia postale allo scopo di individuare colui (o coloro) che ha diffuso nel giorno di Ferragosto un audio nelle chat whatsapp con il quale si faceva sapere della chiusura della struttura per Covid-19 (Coronavirus).
Dopo aver precisato come la struttura fosse regolarmente aperta, i proprietari hanno deciso anche di rivolgersi alla polizia postale.

Dunque il responsabile della diffusione di una notizia falsa, priva di fondamento, potrebbe adesso vivere un brutto quarto d'ora.

Le indagini della polizia postale saranno utili a risalire al primo che ha creato l'audio per poi diffonderlo nelle varie chat. Nel giorno di Ferragosto la notizia ha fatto, nel breve volgere di qualche ora, il giro di Pescara creando non poco disappunto. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I gestori dello stabilimento "Il Moro-Pinalba" si rivolgono alla polizia postale dopo la falsa notizia sulla chiusura per Covid

IlPescara è in caricamento