rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Attualità

Ancora tutto esaurito per Brignano a Pescara (che cena con gli arrosticini)

Già in passato l'attore romano è stato avvistato in zona, e non sempre per motivi lavorativi, anche se stavolta l'occasione era data dalla tappa dello show "Ma... diamoci del tu!" al Pala Giovanni Paolo II

Ancora una volta l'Abruzzo non si è smentito, dimostrando il suo affetto a Enrico Brignano. Un rapporto indissolubile che, a teatro, va avanti da più di 10 anni, e che ieri sera ha portato all'ennesimo tutto esaurito. L'ultimo spettacolo dell'attore romano, "Ma... diamoci del tu!", ha fatto tappa al Pala Giovanni Paolo II registrando una grande affluenza.

Sabato sera però, approfittando di una giornata libera, Brignano era già nel capoluogo adriatico, ed è andato a mangiare gli arrosticini. La meta prescelta è stata la braceria "L'Abruzzicino", che ha poi postato sui social una foto ricordo corredandola con questa didascalia: "Ma che fantastica sorpresa! Grazie mille, Enrico Brignano, per aver cenato nel nostro locale! È stato un piacere immenso conoscere una persona quasi più buona dei nostri piatti. Scherzi a parte... grazie, maestro, per la tua gentilezza, la tua educazione, la tua simpatia e la tua disponibilità. Una persona letteralmente squisita".

Non è la prima volta che il mattatore viene avvistato in zona per motivi extra lavorativi: in passato, ad esempio, è stato in più occasioni a Montesilvano per andare a trovare i titolari della Banca dell'Usato ma, essendo anche un appassionato di Maggiolini Volkswagen, non ha nemmeno mancato di fare visita allo Store di Giampiero Carchesio.

Le origini abruzzesi di Enrico Brignano

Detto del grande "feeeling" tra Brignano e il pubblico abruzzese, va tuttavia precisato che il legame con la nostra regione esiste da molto più tempo, e affonda le proprie radici nelle lontane origini famigliari del noto showman, il cui ramo parentale materno proviene da Palombaro. E non finisce qui: Brignano da giovane ha frequentato Chieti, dove ha svolto il servizio militare, e la stessa Pescara, dove ha seguito la sua prima scuola di dizione.

Nella nostra città è avvenuto altresì il primo incontro con Gigi Proietti. Era il 1985 quando Brignano andò ad assistere al celeberrimo "A me gli occhi please", che faceva tappa al teatro Massimo: i giovani allievi della scuola erano stati invitati a partecipare a una chiacchierata con Proietti, e in quell'occasione i due ebbero l'occasione di conoscersi. Qualche anno più tardi Brignano avrebbe preso parte alla scuola di recitazione avviata dallo stesso Gigi. Il resto è storia.

Tra l'altro, anche in un'intervista rilasciata a IlPescara.it nel 2013 l'attore aveva confermato l'enorme stima verso il suo mentore: "Come molti sanno, Proietti è stato il mio grande Maestro: è lui che ha permesso che io potessi fare tutto questo e arrivare fino a qui. E ovviamente è stato il mio primo grande ispiratore". Se poi si considera che pure Gigi Proietti era molto legato alla nostra terra, il cerchio si chiude. E, soprattutto, Enrico Brignano può essere considerato - senza alcuna ombra di dubbio - un abruzzese, neanche troppo "acquisito".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora tutto esaurito per Brignano a Pescara (che cena con gli arrosticini)

IlPescara è in caricamento