menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenze ambientali, in Abruzzo 22 stabilimenti a rischio per gli "incidenti rilevanti"

Oggi e domani 27 marzo gli operatori dell'Arta Abruzzo seguiranno un corso di formazione riguardante le procedure ed i comportamenti da attuare in caso di incidente rilevante in uno dei 22 stabilimenti Rir in Aburzzo

Un corso di formazione per i dipendenti Arta, per imparare a gestire eventuali emergenze ambientali in caso di incidenti rilevanti in uno dei 22 stabilimenti a rischio censiti in Abruzzo. Oggi 26 marzo e domani 27 marzo l'attività formativa si terrà alla Camera di Commercio di Pescara. Il corso durerà 16 ore e fornirà ai dipendenti tutte le nozioni e le informazioni utili per i protocolli e le operazione da avviare in caso di incidenti in stabilimenti che detengono o producono sostanze pericolose al di sopra delle soglie stabilite dal decreto legislativo 105/15.

L'ultimo inventario del Ministero dell'Ambiente ha aggiornato a 22 stabilimenti Rir in Abruzzo: nel Pescarese troviamo a Città Sant'Angelo la Sac Petroli, Arti Fireworks ed a Pescara la Abruzzo Costiero Srl. L'Arta ha aggiunto:

L’importanza del coordinamento e della tempestività delle attività messe in campo dai vari soggetti impegnati nella gestione delle emergenze ambientali, non solo riguardanti aziende a rischio di incidente rilevante, è stata ricordata dall’assessore regionale all’Ambiente, Emanuele Imprudente, intervenuto questa mattina all’apertura dell’evento formativo.

Presenti anche il direttore regionale dei Vigili del Fuoco, Antonio Angelo Porcu, i Comandanti dei Vigili del Fuoco di Pescara, Chieti e Teramo, rispettivamente Vincenzo Palano, Mauro Malizia e Romeo Panzone e rappresentanti dell’INAIL appartenenti al Comitato Tecnico Regionale (CTR), presieduto dai Vigili del Fuoco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento