Attualità

Via libera dell'Ema al vaccino Astrazeneca: anche in Italia ripartiranno le somministrazioni

A partire dalle 15 di domani venerdì 19 marzo riprenderanno le somministrazioni come ha annunciato il Ministero della salute. L'Ema: "Benefici molto superiori ai rischi, va aggiornato il foglietto illustrativo"

Il vaccino Astazeneca è sicuro, e i benefici sono superiori ai rischi ed escludiamo relazioni tra casi di trombosi. Lo ha detto l'Ema, l'agenzia europea del farmaco, che ha preso dal decisione a seguito della sospensione delle somministrazioni dopo i casi di trombosi ed i decessi avvenuti in persone che si erano vaccinate con il siero anti Covid in diversi Paesi europei, fra cui l'Italia.

L'Ema ha sottolineato che non può essere escluso un legame con i rari casi tromboembolici e perciò occorre avvertire di queste possibilità, e quindi aggiornare i libretti illustrativi del farmaco. Sono stati riportati 25 casi di eventi tromboemolici rari su 20 milioni di vaccinati.

La direttrice Emer Cooke:

"Lanceremo ulteriori approfondimenti per capire di più, è importante che venga comunicato al pubblico e agli operatori sanitari perché apprendano meglio queste informazioni, permettendo loro di mitigare questi effetti collaterali"

La presidente del Prac Straus:

"Vogliamo inviare una lettera ad AstraZeneca, che ci permette di avviare un dialogo con l'azienda nel quadro della risoluzione dei conflitti, la lettera è in preparazione".

Intanto il Governo italiano ha accolto con soddisfazione il pronunciamento dell'Ema mentre il Ministero della salute ha fatto sapere che da domani venerdì 19 marzo riprenderanno le somministrazioni in Italia con Astrazeneca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera dell'Ema al vaccino Astrazeneca: anche in Italia ripartiranno le somministrazioni

IlPescara è in caricamento