rotate-mobile
Attualità

Dragaggio Pescara, i balneatori: "Ora si proceda subito con l'avvio dei lavori"

I balneatori del Sib Confcommercio intervengono sul dragaggio da eseguire nel porto di Pescara, chiedendo che ora i lavori possano partire immediatamente. "Serviva una tragedia sfiorata per sbloccare la procedura?"

Avviare immediatamente i lavori per il dragaggio del porto di Pescara, evitando altri "impantanamenti" burocratici. È la richiesta che arriva dai balneatori del Sib/Confcommercio a seguito del vertice che si è tenuto ieri per fare il punto della situazione ed avviare le operazioni di ripristino dei fondali, che stanno causando grossi problemi e pericoli agli armatori.

DRAGAGGIO, L'AUTORITÀ PORTUALE: "ABBIAMO STANZIATO 400 MILA EURO "

Il presidente Padovano si chiede come mai si sia dovuta sfiorare una tragedia qualche giorno fa per intervenire quando da tempo il Sib segnala la pericolosità dei fondali troppo bassi:

In quell’occasione avevamo proposto di svuotare la vasca di colmata del Porto di Pescara per almeno 100.000 metri cubi per poi effettuare un dragaggio della medesima quantità da collocare nello spazio recuperato. Il materiale derivante dallo svuotamento della vasca di colmata si sarebbe usato per un intervento di ripascimento sommerso dei tratti erosi del
litorale di Francavilla e Montesilvano. Una soluzione semplice e logica che però nessuno ha voluto recepire e che avrebbe evitato di arrivare con l’affanno a prendere decisioni d’urgenza

I balneatori chiedono che il materiale dragato venga posizionato all'imbocco del varco aperto della diga foranea dove le correnti provvederanno naturalmente al rimescolamento nel mare aintistante, riducendo i costi ed aumentando il materiale dragato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio Pescara, i balneatori: "Ora si proceda subito con l'avvio dei lavori"

IlPescara è in caricamento