menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dona il sangue salva una vita", evento della Croce Rossa a Pescara

L'appuntamento è dalle ore 14:30 alle 20 in piazza Salotto con il gruppo donatori della Croce Rossa

Donare sangue vuol dire salvare vite. Questo il messaggio dell'evento organizzato dalla Croce Rossa di Pescara che si terrà in piazza della Rinascita (piazza Salotto) domenica 17 febbraio.
L'appuntamento è dalle ore 14:30 alle 20 con il gruppo donatori della Croce Rossa.

In piazza ci sarà uno stand informativo e di sensibilizzazione sull’importanza della donazione del sangue del plasma.

Questo quanto dice il presidente del comitato di Pescara della Croce Rossa, Fabio Nieddu:

«Donare il proprio sangue è un gesto di grande altruismo, maturità e di civiltà e se a ciò uniamo la necessità sempre più elevata di sangue e plasma ecco che quest’appuntamento diventa molto importante. Sarà un’occasione per sensibilizzare i cittadini pescaresi sull'importanza che riveste questo gesto di solidarietà e responsabilità verso il prossimo e verso la propria comunità. Ognuno di noi potrebbe averne bisogno, ed e per questo che più siamo e più possibilità abbiamo di salvare altre vite umane».

Diventa essenziale, quindi, avere un numero di donatori sufficiente in quanto la trasfusione è considerata tecnicamente una terapia salvavita. Nei servizi di primo soccorso, nei trapianti, nella cura di malattie oncologiche e di alcune malattie genetiche, la salvezza del paziente dipende dalla disponibilità di sangue.

Cristiano Barbiero, referente del gruppo donatori sangue della Cri di Pescara, che con il gruppo donatori ha organizzato questo pomeriggio in piazza, sottolinea come «quest'opera di sensibilizzazione sia necessaria se consideriamo i dati relativi al calo delle donazioni nella nostra regione. Essi appaiono quanto mai preoccupanti in quanto assistiamo sia alla riduzione del numero delle donazioni di sangue che alla riduzione del numero dei donatori tanto che da anni la nostra regione è in sofferenza con le disponibilità di sangue. Sabato, cercheremo di spiegare ai cittadini cosa significa donare il sangue e di come la platea di coloro che possono donare sia molto ampia e che molto spesso il potenziale donatore non sa nemmeno di esserlo. Spiegheremo, inoltre, che donare sangue è assolutamente innocuo e sicuro perché eseguito da personale specializzato e con materiali sterili e monouso».

Per il donatore, peraltro, c’è anche un indiretto vantaggio personale poiché i controlli a cui periodicamente è sottoposto possono rilevare la presenza di eventuali patologie in fase precoce e diventare donatore è facile, basta aver compiuto 18 anni, essere in buona salute, pesare più di 50 kg, non avere abitudini tali da mettere a rischio la salute del ricevente o la propria, come alcolismo, tossicodipendenza, promiscuità sessuale. Gli uomini possono donare il sangue 4 volte l’anno, le donne in età fertile 2 volte l’anno. La quantità prelevata è 400 ml circa, pari al 10% di quella posseduta. Il sangue sottratto si rigenera in una settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento