rotate-mobile
Attualità

Il Cnes Abruzzo dona attrezzature sportive agli studenti dell'istituto comprensivo di Manoppello

La donazione fatta dalla sezione regionale del Centro sportivo educativo nazionale nell'ambito del progetto nazionale ministeriale "Sport di squadra" fa parte del protocollo d'intesa sottoscritto con il Comune che prevede tante altre attività: l'obiettivo è far sì che i ragazzi comprendano quanto l'attività è importante per avere un corretto stile di vita

Palloni, materassi, coni, racchette, cerchi e altri piccoli attrezzi per permettere agli studenti di svolgere nel migliore dei modi l'attività motoria. Materiali per un valore complessivo di mille euro donato all'istituto comprensivo di Manoppello grazie al progetto Csen (Centro sportivo educativo nazionale).

La consegna è avvenuta alla presenza della dirigente scolastica Maria De Sanctis, del responsabile Csen Abruzzo Agostino Toppi, del sindaco Giorgio De Luca e dell'assessore allo sport Roberto Cavallo.

Un dono che in realtà rientra in un ampio progetto nazionale “Sport di squadra a scuola” ed è finanziato dal ministero dello sport e Sport e salute con il coordinamento del Csen che in Abruzzo, attraverso il comitato regionale, ha scelto la realtà di Manoppello per portarlo avanti.

L'obiettivo del protocollo d'intesa sottoscritto a maggio tra il Centro eil Comune è far sì che i ragazzi comprendano l'importanza dello sport per un corretto stile di vita nell'ottica dell'inclusione. Diverse le fasi che prevedono anche l’attività motoria che gli esperti di Csen terranno con le classi nella palestra scolastica e la promozione di eventi multidisciplinari in cui saranno coinvolti studenti e famiglie.

Le attrezzature sportive donate dal Csen Abruzzo all'istituto comprensivo di manoppello

“Il progetto fonda la sua ragion d’essere su un vero e proprio patto educativo – spiega De Sanctis – che valorizza lo sport come leva di inclusione sociale. Siamo felici che le attività messe in campo da Csen Abruzzo contribuiscano ad ampliare anche la nostra proposta formativa”.

“Progetti come questo – aggiungono De Luca e Cavallo – rappresentano un valore aggiunto in termini di promozione dello sport e dell’inclusione sociale. Ecco perché, come Comune, abbiamo voluto assicurare, con entusiasmo, la nostra piena collaborazione”.

“Promuovere la pratica costante di attività fisica e sportiva tra i bambini e i ragazzi fino ai 14 anni e ingaggiare attivamente le famiglie nella promozione della pratica motoria è uno degli obiettivi di 'Sport di squadra a scuola' che fonda la sua ragion d’essere – conclude Toppi - su un patto educativo tra gli istituti scolastici, intesi come luogo in cui è possibile raggiungere tutti e le realtà sportive del territorio, Asd (Associazioni sportive dilettantistiche) e Ssd (Società sportive dilettantistiche) in primis, capaci di fornire operatori sportivi formati come educatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cnes Abruzzo dona attrezzature sportive agli studenti dell'istituto comprensivo di Manoppello

IlPescara è in caricamento