Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega 2024 con L’età fragile

L’età fragile di Donatella Di Pietrantonio (Einaudi) è il libro vincitore della LXXVIII edizione del Premio Strega. La vittoria è stata annunciata al termine della seconda e ultima votazione a Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma, nella tarda serata di ieri, 4 luglio

L’età fragile di Donatella Di Pietrantonio (Einaudi) è il libro vincitore della LXXVIII edizione del Premio Strega con un totale di 189 voti. La vittoria è stata annunciata al termine della seconda e ultima votazione a Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma, nella tarda serata di ieri, 4 luglio.

Il premio è stato consegnato da Andrea D’Angelo, vicepresidente di Strega Alberti Benevento.   

Lei, elegantissima in abito rosa e nero di Etro e l'Amorino, gioiello tipico abruzzese di Scanno, al collo, ha sottolineato "La mia voce in difesa dei diritti delle donne".

Esattamente come per L’Arminuta, che ha vinto il Premio Campiello nel 2017 e del quale è stato prodotto anche un film dall’omonimo titolo, e altri libri dell’autrice, anche L’età fragile è ambientato in Abruzzo. E proprio della terra abruzzese, quella più rurale, vera, “forte e gentile” la Pietrantonio restituisce una fotografia fedele, chiara e intensa.

Tanti i commenti di gioia di fronte alla vittoria della scrittrice pennese, a cui si unisce pure la nota della presidente dei Premi Internazionali Flaiano, Carla Tiboni, che in una nota fa sapere:

“I Premi Internazionali Flaiano salutano con gioia la vittoria del Premio Strega di Donatella Di Pietrantonio, componente della giuria tecnica del Premio Flaiano di narrativa. Appena cinque giorni fa sul palco dei Premi Flaiano c’erano, l’una accanto all’altro, Donatella Di Pietrantonio e Dario Voltolini (finalista al Flaiano e poi classificatosi secondo allo Strega) per parlare dei loro libri e delle storie straordinariamente umane scritte. È anche questo un omaggio a Ennio Flaiano, vincitore della prima edizione del Premio Strega nel lontano 1947 e alla sua terra. È il secondo anno consecutivo in cui una scrittrice abruzzese vince il Premio Strega, l’anno scorso con l’indimenticata Ada D’Adamo.”

I complimenti alla pennese Donatella Di Pietrantonio arrivano anche dalla politica, a cominciare dal presidente Marsilio, che su Facebook scrive: “Il prestigioso Premio Strega all'abruzzese Donatella Di Pietrantonio! Un trionfo che inorgoglisce tutta la nostra regione. Sono fiero di questo straordinario riconoscimento che celebra il talento e la cultura della nostra terra. Complimenti Donatella, hai reso onore all'Abruzzo!”

Al presidente si unisce anche la voce dell’assessore con delega alla cultura della Regione Abruzzo Roberto Santangelo: “Complimenti a Donatella Di Pietrantonio che con L'età fragile ha vinto il prestigioso Premio Strega 2024. La scrittrice abruzzese ha proposto un romanzo in cui emerge la fragilità con la quale ognuno di noi convive, riportando alla luce un fatto di cronaca avvenuto sulla Maiella e affrontando il rapporto intergenerazionale. Grazie al suo talento e alla sua sensibilità letteraria, Di Pietrantonio è un grande orgoglio per l’Abruzzo”.

Donatella Di Pietrantonio si è posizionata al primo posto, seguita al secondo da Dario Voltolini con Invernale e al terzo da Chiara Valerio con Chi dice e chi tace.

Libro Premio Strega 2024

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega 2024 con L’età fragile
IlPescara è in caricamento