Attualità

Scatta il divieto di vendita e consumo di alcolici fuori dagli spazi consentiti

Il sindaco Masci, che nel tardo pomeriggio di oggi ha emesso il provvedimento finalizzato a evitare il rischio di eventuale ripartenza del contagio, dice stop agli assembramenti non permessi dalla legge

Scatta il divieto di vendita e consumo di alcolici fuori dagli spazi consentiti. Dal 30 maggio al 14 giugno, tra le ore 20 e le ore 7, non si potranno vendere alcolici se non con il consumo all’interno dei locali o seduti ai tavolini. Chi lo farà fuori da questi canoni, e quindi su un’area pubblica o privata a uso pubblico, sarà fuorilegge. Di conseguenza, potrà essere sanzionato.

E questo discorso vale sia per chi vende, sia per chi acquista, sia per chi consuma. Il sindaco Masci, che nel tardo pomeriggio di oggi ha emesso il provvedimento per evitare il rischio di eventuale ripartenza del contagio, dice stop agli assembramenti non permessi dalla legge:

"Siccome Pescara da almeno 15 giorni non ha più casi di contagio nella popolazione e quindi stiamo uscendo dalla situazione di crisi che abbiamo attraversato, per evitare che ci possano essere delle ricadute dobbiamo prendere delle precauzioni e una di queste è che la movida si svolga in maniera controllata".

Il divieto vale anche per i distributori automatici, mentre fanno eccezione le medie e grandi strutture di vendita e i centri commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta il divieto di vendita e consumo di alcolici fuori dagli spazi consentiti

IlPescara è in caricamento