Attualità

Nuova ordinanza restrittiva del sindaco Masci per 25 aprile e 1 maggio, i divieti previsti

Come già successo a Pasqua e Pasquetta saranno interdette strada parco e lungomare allo scopo di contenere la diffusione del contagio da Covid-19 (Coronavirus)

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, ha firmato una nuova ordinanza oggi pomeriggio, martedì 21 aprile, che prevede nuove restrizioni per le giornate di festa del 25 aprile e del primo maggio.
Come già successo a Pasqua e Pasquetta saranno interdette strada parco e lungomare allo scopo di contenere la diffusione del contagio da Covid-19 (Coronavirus).

«Allo scopo di non disperdere i buoni risultati finora ottenuti grazie al senso di responsabilità della gran parte dei pescaresi», si legge in una nota, «nel provvedimento sono contenute misure che confermano anche per le giornate festive del 25 aprile e del 1 maggio l’indirizzo dei precedenti atti del Governo, della Regione e della stessa amministrazione (in particolare il Dpcm del 10 aprile 2020 e l’ordinanza del presidente della giunta regionale nunero 31 del 9 aprile 2020), adottati in occasione delle recenti festività pasquali.

Questi i divieti previsti dal nuovo provvedimento già adottato anche dal primo cittadini di Montesilvano:

  • interdizione assoluta al transito pedonale sui marciapiedi del lungomare di Pescara, dal confine con il comune di Montesilvano al confine con il comune di Francavilla al Mare, compreso il Ponte del Mare, salvi il rientro e l’uscita dei cittadini che abbiano l’accesso ai propri residenza, domicilio o abitazione nel predetto tratto di strada; resta consentito il transito sul marciapiede finalizzato all’accesso agli stabilimenti balneari e alle aree in concessione del solo personale impegnato in comprovate attività di manutenzione e vigilanza ai sensi dell’ordinanza del presidente della giunta regionale numero 36 del 13 aprile 2020;
  • interdizione assoluta al transito di velocipedi e acceleratori di velocità sulla pista ciclabile e in tutto il tratto di strada del lungomare di Pescara, dal confine con il comune di Montesilvano al confine con il comune di Francavilla al Mare, compreso il Ponte del Mare;
  • interdizione assoluta al transito pedonale lungo il tracciato della “Strada Parco”, salvi il rientro e l’uscita dalla propria abitazione dei cittadini che abbiano l’accesso ai propri residenza, domicilio o abitazione nel predetto tratto di strada;
  • interdizione assoluta all’accesso su tutte le spiagge del litorale di Pescara, dal confine con il comune di Montesilvano al confine con il comune di Francavilla al Mare; resta consentito l’accesso agli stabilimenti balneari e alle aree in concessione del solo personale impegnato in comprovate attività di manutenzione e vigilanza ai sensi dell’ordinanza del presidente della giunta regionale numero 36 del 13 aprile 2020;
  • divieto di stazionamento all’interno di tutte le aree verdi comunali e zone esterne alle carreggiate, al di fuori delle previsioni di chiusura al pubblico dei parchi, giardini e aree verdi comunali dotati di recinzione e della Riserva Pineta Dannunziana e della Riserva Pineta Santa Filomena.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova ordinanza restrittiva del sindaco Masci per 25 aprile e 1 maggio, i divieti previsti

IlPescara è in caricamento