menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondi della protezione civile per la mitigazione del rischio idrogeologico in contrada Boccetto a Manoppello

I lavori di messa in sicurezza saranno avviati questa primavera nella porzione del versante Occidentale del centro storico

Arrivano i fondi della protezione civile per la mitigazione del rischio idrogeologico in contrada Boccetto a Manoppello.
L'area in questione, che si estende per circa 40 mila metri quadrati, è interessata da un rilevante movimento franoso.

La zona è, infatti, compromessa da un moto gravitativo complesso, già segnalato nella cartografia del piano di assetto idrologico (Pai). 

La situazione di rischio ha subìto una brusca accelerazione in concomitanza delle intense precipitazioni del gennaio 2017. L’intervento è finanziato con i fondi della protezione civile per un importo complessivo di un milione di euro di cui circa 650 mila per lavori vedranno la realizzazione di opere geotecniche di consolidamento sia di tipo rigido che flessibile. Il progetto, depositato al Genio Civile per le autorizzazioni finali che sono attese entro marzo e redatto dall’ingegner Tino Taraborrelli, prevede, tra le altre cose, la realizzazione di un muro di contenimento su pali a valle della sede municipale per una lunghezza di 54 metri, il consolidamento del muro già esistente che insiste su via Hanna Arendt per una lunghezza di circa 15 metri, oltre a opere varie ed interventi di canalizzazione delle acque sull’area che ricade in una zona “a pericolosità elevata”.

Proprio questi lavori di messa in sicurezza permetteranno, di conseguenza, di realizzare un’area di sosta a valle della sede municipale. Va, poi, specificato che il movimento franoso in essere, compromette l’area di contrada Boccetto che lambisce il palazzo municipale, già interessato da un progetto di riqualificazione.

«Grazie a questo importante progetto, finanziato della protezione civile», spiegato il sindaco Giorgio De Luca, «sarà possibile mettere in sicurezza tutta l’area, mitigando il rischio idrogeologico lungo il versante Occidentale del centro storico e, al contempo, sistemare, come opera consequenziale, anche l’area posteriore esterna del Municipio, che sarà adibita a parcheggio. Restituiremo, in questo modo, alla collettività una zona sicura e totalmente fruibile che diventerà anche un utile e bellissimo biglietto da visita per chi arriva nel nostro magnifico centro storico. Qui si potranno posteggiare auto e mezzi e passeggiare comodamente su Corso Santarelli e nelle piazze e nei vicoli del borgo e raggiungere a piedi la Basilica del Volto Santo».

I lavori è stati affidati alla ditta Caccavale di Chieti vincitrice della Gara di Appalto che si è impegnata a realizzarli in cinque mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento