rotate-mobile
Attualità

Disabilità, va in scena lo spettacolo conclusivo del "Teatro virale" dell'Anffas nato per combattere l'isolamento causato dal lockdown

L'appuntamento è domani alle 17.30 all'Auditorium Flaiano: si chiude all'insegna della condivisione l'importante progetto avviato dall'associazione per supportare le persone disabili che più di tutti hanno sofferto i periodi di chiusura determinati dalla pandemia

Torna l'appuntamento con il “Teatro Virale-emozioni contagiose, le persone con disabilità oltre il lockdown” organizzato dall'Anfass: domani, domenica 25 settembre lo spettacolo conclusivo è alle 17.30 all'Auditorium Flaiano di Pescara. L'ingresso è gratuito.

In occasione dell'evento conclusivo dell'importante progetto promosso dall'Anffas Pescara “La Gabbianella” (capofila), l'Anffas Avezzano “Giovannino Di Pangrazio”, l'Anffas onlus Ortona e l'Anffas onlus Sulmona, sarà anche allestita una mostra mercato con le creazioni ed i manufatti realizzati dalle persone con disabilità delle quattro Anffas partner nell’ambito dei laboratori dei rispettivi centri diurni. L'iniziativa ha offerto alle persone con disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo afferenti ai diversi territori la possibilità di ripercorrere il vissuto emozionale legato al periodo del lockdown.

Il progetto si è infatti inserito nell’ottica di riparo ad una povertà relazionale frutto dell’isolamento forzato e, rielaborare in chiave positiva il vissuto emotivo di quel periodo, ha permesso di raggiungere l’obiettivo individuato: quello del benessere emotivo e dell'empowerment per le persone con disabilità e per le loro famiglie. “Anffas Pescara quale capofila ha fortemente creduto, fin da subito, in questo progetto e nella forza di lavorare in rete. Abbiamo infatti voluto spingere l’acceleratore sulla creazione e sulla concreta possibilità di stringere una proficua alleanza dove il mondo del teatro, della cultura e del sociale si ritrovassero accanto a supportarsi e sostenersi vicendevolmente” dichiara la presidente “La Gabbianella” Maria Pia Di Sabatino. Lo spettacolo chiude dunque un percorso fatto di tante e diverse attività che hanno viste impegnate le persone con disabilità, le famiglie, i volontari e gli operatori individuati dalle associazioni. E’ stato infatti realizzato un percorso formativo in modalità Fad affidato al Consorzio degli autonomi enti a marchio Anffas La Rosa Blu sulle tematiche “Coronavirus e disabilità”, e in particolare su suggerimenti per gestione dello stress delle persone con disabilità intellettive e comportamenti utili per la vita quotidiana e la ripresa dei servizi; sono stati organizzati focus group e gruppi di auto mutuo aiuto dai quali sono emerse le tematiche confluite poi, grazie ad un laboratorio teatrale dedicato, nello spettacolo che andrà in scena domenica.

“La diffusione dei risultati, in particolare della produzione teatrale alla cittadinanza, auspico possa aiutare a sensibilizzare sul tema delle pari opportunità concesse alle persone con disabilità e a guardare il covid da un’ulteriore e diversa prospettiva oltre a quella meramente emergenziale con la quale conviviamo da oramai più di due anni – conclude Di Sabatino - . Sarà inoltre un’occasione preziosa per noi tutti per riassaporare un ritrovato senso di comunità”

Hanno collaborato alla realizzazione, alla condivisione e alla promozione delle attività e finalità progettuali: la comunità montana Montagna marsicana ed il Comune di Pescara; l’Anffas nazionale Ers-aps e l’Anffas regione Abruzzo Aps con particolare riguardo alla divulgazione relativamente al target delle persone con disabilità, dei caregiver, degli operatori e dei volontari; hanno inoltre collaborato il forum del terzo settore Abruzzo ed il Csv Abruzzo per la divulgazione alle associazioni ed enti afferenti al mondo del volontariato, del terzo settore e non solo specificatamente della disabilità; ha collaborato anche l’Affas di Martinsicuro con la partecipazione di persone con disabilità e familiari del proprio territorio agli eventi del progetto , l’istituto comprensivo statale “Sandro Pertini” di Martinsicuro con la partecipazione di studenti ed insegnanti e la protezione civile Val Pescara relativamente al servizio prevenzione rischi e sicurezza. Lions Ortona, Inner Wheel Ortona, Interact Roraty Sulmona, Metamorphosis, associazione culturale “Majamè – musica teatro danza” e Officina culturale “La torre di Babele” hanno aderito impegnandosi alla valorizzazione degli eventi e del progetto stesso nei contesti non specificatamente inerenti il sociale e la disabilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità, va in scena lo spettacolo conclusivo del "Teatro virale" dell'Anffas nato per combattere l'isolamento causato dal lockdown

IlPescara è in caricamento