Entro novembre saranno demoliti i palazzi Clerico, al loro posto 74 appartamenti di housing sociale

Al loro posto verranno costruite 3 palazzine di housing sociale per un totale di 74 appartamenti

Entro novembre sarà avviata la demolizione degli scheletri denominati "Palazzi Clerico" in via Alpi a Pescara.
Al loro posto verranno costruite 3 palazzine di housing sociale per un totale di 74 appartamenti.

A farlo sapere è Armando Foschi, presidente della commissione Sicurezza, che riferisce quanto detto dall'assessore all'Ambiente e all'Urbanistica, Isabella Del Trecco.

«I Palazzi Clerico», ricorda Foschi, «sono un altro elemento di degrado del quartiere Rancitelli, un vero detrattore ambientale, due scheletri mai completati che da decenni campeggiano nel rione, divenuti luogo di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, di prostituzione, di traffici illeciti, costantemente, ma inutilmente, sottoposto a opere di bonifica dopo decine di ordinanze sindacali, i cui effetti durante il tempo di un respiro. E per quei palazzi il consiglio comunale, appena il 23 gennaio scorso, ha approvato una mozione per impegnare sindaco e giunta ad adottare tutte le iniziative possibili e utili per eliminare quel detrattore, sia attraverso nuove ordinanze contingibili e urgenti, sia adottando delle soluzioni urbanistiche adeguate, a partire dall’eventuale abbattimento dei palazzi. L’assessore Del Trecco ci ha ufficializzato l’ultimo incontro avuto appena la scorsa settimana con il Consorzio Abitare proprietario degli scheletri il quale ha annunciato per il mese di ottobre 2020, massimo novembre, l’apertura del cantiere per l’abbattimento dei palazzi che, come da progetto già esaminato dagli uffici tecnici, verranno sostituiti da tre nuove palazzine di housing sociale, ovvero a canone calmierato, permettendone sia l’affitto che il successivo riscatto».

Verranno realizzati in totale 74 alloggi di cui 31 appartamenti nella palazzina A, 24 nella palazzina B e 19 nella palazzina C, oltre a 250 metri quadrati destinati ai servizi sociali. Per la prossima settimana ci sarà l’incontro tra l’assessore-amministrazione comunale e il Consorzio per la stipula della convenzione sociale, mentre l’impresa sta completando le procedure finanziarie con la Cassa Depositi e Prestiti.
«Ovviamente», conclude Foschi, «continueremo a monitorare il rigoroso rispetto dei tempi e delle scadenze perché per Pescara l’autunno 2020 dovrà coincidere con l’avvio di un lungo periodo di riqualificazione urbanistica e sociale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento