rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità Rancitelli

"Per una nuova Rancitelli" chiede il rinvio della delibera per la demolizione del Ferro di Cavallo

L'associazione ha inviato una lettera indirizzata a sindaco, giunta e consiglieri comunali di Pescara

Rinviare l’approvazione della delibera che prende atto del progetto di demolizione e ricostruzione del Ferro di Cavallo.
Questa la richiesta che fa l'associazione "Per una nuova Rancitelli" tramite una lettera indirizzata al sindaco di Pescara, Carlo Masci, alla giunta e ai consiglieri comunali.

"Come comitato di quartiere", scrivono, "certi di esprimere il pensiero di una parte considerevole dei residenti, chiediamo che il progetto di ricostruzione non includa nuove abitazioni. Si tratta di una zona già densamente popolata, dove la gravissima carenza non sono le case ma i servizi alla popolazione che possano fungere da elemento di riqualificazione. Ricordiamo tra l’altro che su questa posizione nei giorni scorsi si è espresso anche l’arcivescovo di Pescara-Penne Tommaso Valentinetti con dichiarazioni rilasciate alla stampa".

"In passato, come comitato", ricordano, "già ci eravamo espressi favorevolmente quantomeno all’abbattimento di una parte del Ferro di Cavallo. Oggi che si prospetta la demolizione completa, riteniamo sia il momento di produrre una soluzione definitiva: a nostro avviso ciò deve comportare da un lato la redistribuzione degli alloggi popolari sull’intero territorio comunale per favorire l’integrazione di chi li occupa, e dall’altro la realizzazione di strutture per riqualifichino Rancitelli. In questo caso pensiamo a luoghi di aggregazione che possano essere una piazza o strutture sportive, oppure a servizi come sede distaccate dell’università o uffici comunali. Ci troviamo di fronte a un’occasione storica per Rancitelli e tutta Pescara. Riteniamo che non vada persa. Chiediamo perciò che la delibera venga rinviata, e che venga avviato una volta per tutte un percorso di concertazione con residenti, associazioni e istituzioni, come la stessa amministrazione comunale aveva garantito".

Così concludono dal comitato "Per una Nuova Rancitelli": "Finora tutto è stato deciso nelle stanze del potere, senza tenere in considerazione il parere dei cittadini. Se “amare Pescara” non è solo uno slogan elettorale, ma una prassi che include l’amore per Pescara nella sua interezza e di tutti i suoi cittadini, oggi si offre al Comune la possibilità di dimostrarlo ascoltando la nostra voce. Cogliamo l’occasione per annunciare che sabato 21 maggio nel quartiere sarà organizzata un’assemblea pubblica per discutere la questione Ferro di Cavallo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Per una nuova Rancitelli" chiede il rinvio della delibera per la demolizione del Ferro di Cavallo

IlPescara è in caricamento