rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Disabile a chi? Demetra Emanuele insegnante di musica all'Oasi Urbana di “Vittoria la città dei ragazzi”

Si muoverà ogni mattina da casa sua per raggiungere l'Oasi Urbana (sede pescarese dell'associazione “Vittoria – La città dei ragazzi” di Alanno) con i mezzi

Non è la prima esperienza come insegnante di musica per la giovane Demetra Emanuele, che ha già avuto modo di affiancare Simone Pavone in alcuni progetti e in alcune lezioni ai bambini allievi del Centro Studi Musicali L'Assolo. Questa volta, però, sarà completamente sola. Si muoverà ogni mattina da casa sua per raggiungere l'Oasi Urbana (sede pescarese dell'associazione “Vittoria – La città dei ragazzi” di Alanno) con i mezzi. Ha monitorato il percorso e i movimenti da effettuare insieme al suo educatore personale Giovanni Soccorsi nel periodo precedente all'inizio del corso.

Gli artefici di questo grande risultato di autonomia e inclusione sono sicuramente la mamma di Demetra, Elvira, che ha coltivato questi sogni con lungimiranza e un pizzico di follia, il papà Maurilio Emanuele, nonchè lo stesso Giovanni Soccorsi, Simone Pavone e Benedetta (l'istruttrice di equitazione), che hanno sempre considerato Demetra secondo il suo valore potenziale. Nessun pietismo.

“Demetra ha la possibilità di lavorare nella musica perchè è brava, entusiasta, ha l'orecchio assoluto, parla 5 lingue, conosce la musica e i musicisti. Per il mio lavoro è sicuramente un valore aggiunto. Tra i miei allievi ci sono altri elementi, speciali, pronti a fare il salto, lavorare nella musica. E lavorare vuol dire anche essere pagati”.

Simone Pavone e Demetra Emanuele insegnante speciale-2

Il progetto “Oasi Urbana” è nato con l’intento di ricreare, nel centro della città di Pescara, un  polmone verde, in grado di accogliere ragazzi con autismo o neurodiversità e ragazzi con disabilità  neuropsichica in genere a medio/alto funzionamento. La sezione di Pescara del Centro Diurno di inclusione sociale e lavorativa, prendendo ispirazione dal concetto di “giardino terapeutico” o “Healing Gardens”, utilizza il processo benefico delle attività legate all’orto e alla cura del verde in generale per far sperimentare ai giovani adulti con disabilità neuropsichica un contesto in cui ritrovare uno stato di benessere complessivo.

L’Oasi Urbana, nata a fine ottobre 2020, si trova a Pescara, in via Monte Petroso 6/8, ed è una sezione del Centro Diurno della “Odv Vittoria la Città dei Ragazzi Ets” con sede ad Alanno, guidata dalla presidente Anna Bergami che ebbe l’intuizione di creare un Centro di Inclusione sociale e lavorativa per giovani adulti con disabilità neuropsichica (che avevano concluso il percorso scolastico), per contrastare l’isolamento sociale e fare in modo che anche nell’entroterra pescarese i ragazzi potessero esprimere se stessi e potessero avere un punto di ritrovo, non dovendo necessariamente raggiungere la costa.

La struttura dell’Oasi Urbana, pertanto, oltre ad offrire uno spazio adibito alla cura del verde, del giardino e dell’orto, utilizza quest’ultimo come Orto Terapeutico per il benessere psico-fisico dei ragazzi (risvegliare i propri sensi mediante il contatto diretto con il verde e con la terra) e come contesto esperienziale in cui acquisire competenze non formali e informali (Dgl. 13/2013) al fine di diffondere un nuovo modello di rete inclusiva. La realizzazione di tale progetto è stata resa possibile grazie ai Lions Club di Pescara che ci permette di utilizzare la parte esterna alla struttura ed un atrio interno, in cui svolgere attività in caso di pioggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabile a chi? Demetra Emanuele insegnante di musica all'Oasi Urbana di “Vittoria la città dei ragazzi”

IlPescara è in caricamento