menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Degrado e pericoli sulla pista ciclabile del parco fluviale - FOTO -

A denunciare la situazione di abbandono sul tratto ciclabile del parco fluviale i consiglieri comunali del PD Catalano e Giampietro. "La manutenzione spetta alla Provincia di Pescara"

Erba alta, rami sulla carreggiata, degrado ed abbandono lungo la pista ciclabile del parco fluviale. La denuncia arriva dai consiglieri Pd Catalano e Giampietro che attaccano la Provincia di Pescara, responsabile della manutenzione e gestione di quel tratto della pista ciclabile che costeggia l'argine del fiume.

L'erba alta, sottolineano i consiglieri, non è stata tagliata nemmeno a ridosso delle abitazioni e dunque ora si corre il rischio, con le temperature alte, di un'emergenza sanitaria:

È, per esempio, del tutto inutile il calendario di disinfestazione che il Comune ha appena annunciato, se lo stato dei luoghi si
presenta come una foresta. Al netto del fatto che i ciclisti vorrebbero poter usufruire, specie durante questo periodo di sole e caldo, di quest’area ciclabile immersa nella natura, ma non possono dato che la striscia d’asfalto è stata quasi completamente invasa dalle erbacce.
Per questo, chiediamo al presidente della Provincia Antonio Zaffiri di intervenire quanto prima e di mettere in sicurezza, con urgenza, almeno la vegetazione a ridosso delle case

L'amministrazione di centrosinistra, ricordano i consiglieri, si fece carico di risolvere il problema aprendo una collaborazione con la Laad per lo sfalcio dell'erba e quindi suggeriscono al presidente Zaffiri di muoversi appena possibile per risolvere il problema.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento